News Napoli, Gattuso: “Serve la partita perfetta e potrebbe non bastare”

| 07/08/2020 19:00

Conferenza prepartita per il tecnico del Napoli, Gennaro Gattuso. In sala stampa, al suo fianco, c’è anche l’estremo difensore David Ospina.

Le parole di Gattuso e Ospina prima di Barcellona-Napoli

Gennaro Gattuso: “Noi sappiamo che sarà una partita difficile, sappiamo la qualità del Barcellona. Dobbiamo fare una grande prestazione sia tecnica che tattica, potrebbe non bastare. Loro hanno grandi campioni in squadra. Insigne? Lorenzo ha fatto il 50% di allenamento, oggi 70%. Domani voglio sentire dalla sua bocca se si sente al 100%. Se non se la sente non scenderà in campo. Lozano? Non è cambiato nulla, il ragazzo ha lavorato molto duramente dopo il lockdown. Ha avuto più minutaggio, è un giocatore che va sempre alla ricerca dell’uno contro uno. Ha caratteristiche diverse dagli altri attaccanti. Ultimamente abbiamo fatto uno sport diverso, questo non è calcio. Il calcio è un’altra cosa. Abbiamo giocato ogni tre giorni. Non so chi ha avuto più vantaggio, abbiamo avuto tanta fatica. Molte partite le abbiamo disputate con il freno a mano tirato. I numeri dicono che nelle dodici partite finali siamo migliorati sul possesso palla e che ha creato tanto. Penso che dalla partita di andata siamo migliorati. In Italia non sappiamo leggere bene i dati, in Spagna sì. Tra Milan e Napoli non credo di aver fatto un pessimo lavoro, non sono difensivista. Da calciatore ho fatto cose importanti, poi capisci che quando fai l’allenatore è tutto diverso. Il pubblico è il calcio, un calcio senza pubblico che calcio è? Ti trasmettono emozioni, fa parte nel contesto del gioco del calcio. Noi, secondo me, domani abbiamo un grande vantaggio senza sentire i 90000 che sostengono la loro squadra. Barcellona? Non aver vinto nulla gli dà ancora più forza. Domani abbiamo l’Everest da scalare. Ho sentito molte barzellette ultimamente. Il Barcellona è in crisi, ma quale crisi? Fabian Ruiz? Può ancora migliorare, esprime un calcio tecnico e di palleggio, può fare ancora tanto. E’ un giovane interessante e avrà una grande carriera avanti. Queste tipo di partite per gente come lui, Zielinski, Elmas e tanti altri sono esperienze che bisogna viverle. Se vuoi diventare un campione ci devi passare per queste partite. Non dobbiamo avere paura, dobbiamo giocarcela e godercela. All’andata li abbiamo colpiti sul palleggio, non in contropiede. Sono a loro agio quando hanno palla, viceversa quando non ce l’hanno. Sembra facile dirlo, ma non lo è affatto.  Da allenatore cambia la prospettiva, domani parlo con la squadra. I miei calciatori devono ricordare da dove sono partiti. Il Barca non è una questione di numeri, ma la sua metodologia nel modo di tenere il campo. E’ una squadra unica. Puig? Giovane campione, un predestinato. Non mi meraviglia che la cantera loro sforni grandissimi talenti”.

Napoli Gattuso

David Ospina: “Arriviamo a Barcellona con grandi motivazioni, sappiamo l’importanza di questa partita. Puntiamo ad un risultato positivo. Gattuso conosce molto bene la nostra qualità. Messi? Sappiamo che Lionel è un calciatore diverso e che può risolvere la partita da un momento all’altro. Ho un bel rapporto con Alex (Meret). Il mister deciderà chi schierare domani. Noi dobbiamo aiutare la nostra squadra al massimo. Penso che questa è una situazione dura per tutti noi senza tifosi, il calcio è una festa ed è dura giocare senza pubblico. Dobbiamo concentrarci sul nostro gioco e fare il risultato che vogliamo. In campionato abbiamo lasciato molti punti per strada, il Napoli ha fatto cose molto buone. Abbiamo giocatori di qualità e vogliamo fare cose molto importanti per questa società”.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, l’agente rivela due novità importanti


Continua a leggere