Notizie Juve, Sorrentino contro Ronaldo: “Odia perdere, rifiutò di darmi la maglia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:30

Il portiere del Chievo Verona ha parlato ai microfoni di Sky Sport, raccontando la sua esperienza con il campione portoghese, a suo avviso adirato dal fatto di aver sbagliato un rigore.

Ultime Juventus, la stoccata a CR7

Oggi è il suo compleanno e forse in quarantena è ancor più il momento di fare bilanci. Così l’ex portiere si abbandona ai ricordi, in un giorno in cui visse la gioia di parare un rigore ad uno dei calciatori più forti al mondo e l’amarezza del rifiuto, quando proprio quel campione decise di negargli la maglia. “Era un po’ fuori di sè… Ronaldo è un campionissimo“, spiega Sorrentino, “e uno come lui vuole sempre vincere. Non aveva segnato quel giorno e si capiva che non soddisfatto . Io ero con il mio amico Dybala, quando l’ho visto mi ha fatto i complimenti ma era molto arrabbiato. Alla fine ho ricevuto la casacca di Paulo e non mi è andata male“.

Ronaldo contro Sorrentino, parte prima

E dire che, proprio Ronaldo, forse un piccolo debito con Sorrentino l’aveva, visto che in precedenza il lusitano aveva rischiato di danneggiare, in maniera grave, la colonna vertebrale dell’estremo difensore. Ma quella volta, scambiare la maglia sarebbe stato come cedere il proprio scalpo al nemico che era stato più bravo di lui, anche se solo per un frangente: un qualcosa che Cristiano non poteva accettare.