Serie A, Vaia (Dir. Spallanzani): “Ripresa il 13 giugno mi sembra plausibile”

| 18/05/2020 15:00

Coronavirus Serie A Vaia Spallanzani | L’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma è stato uno dei più attenti nella lotta contro il Coronavirus. Il sapere e il parere dei medici dell’ospedale capitolino si è rilevato di vitale importanza nel periodo di lockdown per tutto il Paese. Ora che la situazione sembra più controllabile e che l’Italia si appresta a ripartire, c’è anche tempo per dare spazio a pensieri e considerazioni sulla ripresa del calcio, parte economicamente importante per il nostro Paese.

ripresa serie a

Serie A, Vaia: “Plausibile riprendere il 13 giugno”

Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani, ai microfoni di RaiSport ha parlato della possibile ripresa dei campionati e dello sport italiano.

La data del 13 giugno per la ripresa del calcio e di tutto il mondo dello sport mi sembra plausibile. Abbiamo un mese di tempo, cioè due periodi di possibili incubazioni e manifestazioni di sintomi del Coronavirus per trovare le soluzioni migliori. Sarebbe molto importante far riprendere lo sport per dare un forte segnale di ripartenza. Chiaramente va fatto solo nella massima sicurezza. Riusciremo a sconfiggere definitivamente il virus solo con il tempo e dopo aver trovato il vaccino”.

Quarantena di squadra?Mi sembrerebbe una misura esagerata. Se un soggetto dovesse essere positivo si prendono le giuste precauzioni. Parliamo di sportivi, screenati all’ingresso e ricordiamoci che i giovani si sono contagiati per il 6,5%”.

Maxi-ritiro?Sarebbe una scelta forte. C’è bisogno di qualche giorno per fare tutti i controlli del caso ma nulla di più. Responsabilità medici sociali? Dare una responsabilità al medico sportivo sarebbe stato un errore grave. Non è il datore di lavoro, controlla solo la situazione medica. Bene ha fatto l’INAIL a chiarire“.

Gare al Centro-Sud?Mi sembra inutile. Milano è come Palermo, esattamente uguali. I calciatori sono sottoposti a controlli e sarebbe superfluo adottare queste misure. Inutile anche rinviare tutto a settembre perché il virus è un nostro commensale, non possiamo conoscere il suo sviluppo a settembre, non possiamo essere sicuri sia scomparso”.

conte coronavirus italiaConte firma il DPCM: ripresa dello sport dal 14 giugno

Giuseppe Conte nelle ultime ore ha firmato il DPCM (CLICCA QUI PER LEGGERE) che vede anche la data di ripartenza dello sport in Italia. Dal 14 giugno si tornerà a vedere e praticare lo sport. La Serie A, però, aveva stabilito come data della ripresa il 13 giugno. Non si conoscono ancora, dunque, le date definitive e non è escluso un ennesimo scontro tra Lega Calcio e Governo.


Continua a leggere