Nazionale, Mancini: “Allenare l’Italia sarebbe prestigioso ma nessun contatto”

Roberto Mancini, tecnico dello lo Zenit San Pietroburgo, ha parlato del suo possibile ruolo da ct della Nazionale italiana nel corso di un’intervista concessa a ‘La Politica nel Pallone’ su GR Parlamento:

Nazionale, le parole di Mancini sanno di apertura

“Da San Pietroburgo non solo al corrente di tutto. Devo dire che io finora non ho avuto contatti con la Federazione. Allenare la nazionale sarebbe prestigioso, un orgoglio perché l’Italia è una delle squadre più importanti del mondo.

Sarà triste non vedere la nostra Nazionale al Mondiale, non sarà lo stesso e la speranza è che torni tra le prime al mondo. Se un giorno dovesse arrivare la possibilità di sedere sulla panchina della Nazionale sarebbe bello ma al momento non c’è ancora stato niente.

Pogetto? Tutti ne vogliono fare ma poi manca la pazienza. Nel calcio quando perdi 3, 4, 5 partite di fila tutti sono infastiditi. In Italia non ci sono i  campionissimi che ha sempre avuto la Nazionale ma credo che abbia bravi giocatori e in Italia di bravi giocatori ne crescono e ne nascono. Bisogna avere pazienza ma nei settori giovanili delle squadre italiane ci sono dei giocatori che in futuro possono fare bene in Nazionale”.Nazionale, Mancini