Juventus, clamoroso Spadafora: “Ronaldo ha violato il protocollo”

| 15/10/2020 16:04

Cristiano Ronaldo è tornato in Italia dal Portogallo nonostante la positività al Coronavirus: il ritorno alla Juventus ha fatto esprimere anche il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.

Cristiano Ronaldo

(www.gettyimages.it)

Juventus, Ronaldo torna: Spadafora annuncia controlli sul rientro

Intervistato da Gianni Minoli, nel di un’intervista per il programma “Il Mix delle cinque” in onda su Radio Uno, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora ha annunciato che Cristiano Ronaldo ha violato il protocollo andando e tornando dal Portogallo.

“Penso lo abbia violato, se non ci sono state autorizzazioni specifiche dell’autorità sanitaria”.

Le parole del Ministro dello Sport, dunque lanciano un’ombra sul rientro a Torino del campione della Juventus che, in assenza delle autorizzazioni necessarie, rischia una lunga squalifica. Ronaldo è risultato positivo direttamente nel ritiro del Portogallo e ha deciso di tornare in Italia con un aereo privato.

Juventus, tutti in isolamento: nuovo calciatore positivo

Juventus-Napoli, Spadafora sulla sentenza: “Vedremo cosa succederà”

Nel corso delle anticipazioni dello stesso programma di Radio Uno, poi, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha parlato anche della sentenza del Giudice Sportivo circa Juventus-Napoli.

“E’ una sentenza di cui prendo atto. Vediamo adesso cosa accadrà con il ricorso del Napoli”.

Juventus, Agnelli: “Faremo di tutto per riavere gli Scudetti di Calciopoli”

ronaldo

(www.gettyimages.it)

Juventus-Napoli, De Siervo: “Rinvio impossibile”

Il caso Juventus-Napoli ha, ovviamente, investito ogni settore del calcio italiano. L’amministratore delegato della Lega Serie A, Luigi De Siervo, ha spiegato che la decisione del Giudice Sportivo era l’unica possibile visti i termini del regolamento della Serie A.

Come Lega non potevamo rimandare la gara, la nostra mission è finire il campionato. Se non accadesse, il calcio fallirebbe. Nella sentenza non c’entriamo nulla, dobbiamo restare soggetti terzi, ma le carte non consentivano di spostare la partita. Il protocollo funziona, dobbiamo proseguire continuando a rispettarlo, ma è chiaro che a Napoli come emerge dagli atti c’è stato un corto circuito“.

Potrebbero interessarti anche

Ronaldo-Mbappé: la conversazione che fa impazzire tutti

Calciomercato Juventus, Di Maria è un obiettivo reale


Continua a leggere