Borussia Dortmund, no alla Champions: “Non ci sono le condizioni”

| 29/09/2020 20:00

Champions League: il Borussia Dortmund rinuncia?

Clamoroso dalla Germania, a pochi giorni dai sorteggi per la fase a gironi della Champions League 2020-21 che si terranno giovedì 1 ottobre, il Borussia Dortmund potrebbe non partecipare.

Nel corso degli ultimi giorni, infatti, stanno cominciando  ad emergere delle voci discordanti sulla competizione. Una di queste proviene dalla Germania, più precisamente dal Borussia Dortmund. Il club tedesco in queste ore ha dato il proprio parere  contrario all’inizio della competizione per paura della seconda ondata di contagi della pandemia di Covid-19.

BVB, il ds non vuole giocare

A parlare è stato uno dei dirigenti del club. Il direttore sportivo dei tedeschi Micheal Zorc ha rilasciato un’intervista al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung. L’uomo mercato dei tedeschi ha spiegato tutto il suo disappunto per la volontà della UEFA di scendere in campo mentre è in atto la pandemia legata al coronavirus:

“Pensiamo che la Champions League 2020-21 non debba partire. Non ci sono i requisiti legali per poter scendere in campo ed affrontare nel migliore dei modi questo tipo di partite”.

(www.gettyimages.it)

Borussia, il club tedesco non vuole giocare

Il ds ha poi continuato rincarando la dose:

 “Se giochiamo la competizione il mercoledì in una zona d’Europa considerata a rischio, come ad esempio la Francia o la Spagna, per affrontare la partita servono sicurezze e sapere che ci sono tutte le condizioni di sicurezza sanitaria che poi ci permettano di giocare in Bundesliga il sabato. Abbiamo paura del rischio di contagio in questi paesi, la Uefa deve dare una risposta chiara a tutti questi punti di domanda”.

Per far terminare l’ultima edizione della Champions League, la aveva deciso la formula della Final8 per la  Champions e l’Europa League. Invece delle classiche sfide di andata e ritorno, le partite sono state tutte disputate in gara secca, con le otto squadre qualificate per i quarti di finale di ciascuna competizione che hanno svolto una vera e propria  Final Eight. La Champions è stata giocata tutta a Lisbona negli stadi da Luz e Alvalade, mentre l’Europa League è finita in quattro città della Germania: Colonia, Duisburg, Dusseldorf e Gelsenkirchen.  La formula potrebbe essere riproposta?borussia inter


Continua a leggere