Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile: 73.880 contagiati in Italia

| 29/03/2020 18:00

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile | Continua imperterrito a mietere vittime e creare danni di ogni ordine il Coronavirus. In Italia si stanno adottando misure sempre più drastiche per cercare di contrastare l’espansione del virus che al Nord non dà tregua a medici, infermieri e pazienti che lottano ogni giorno contro il Coronavirus. Angelo Borrelli, Capo della Protezione Civile, nella consueta conferenza stampa giornaliera, ha reso noti i dari di oggi dell’emergenza nel nostro Paese.

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile

Il Capo della Protezione civile ha reso noto il bollettino odierno dei contagi da Coronavirus in Italia. Sono 73.880 i contagiati attuali in Italia, con un incremento di 3.815 casi. Da registrare anche l’incremento dei deceduti: sono 756 nella giornata odierna per un totale di 10.779 casi. Guarite anche 646 persone in più rispetto al 28 marzo

• Casi attuali: 73.880 (+3.815 rispetto a ieri)

• Deceduti: 10.779 (+756)

• Guariti: 13.030 (+646)

• Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.906 (+50)

Totale casi: 97.689 (+5.217, +5,6%)

Diamo uno sguardo agli aggiornamenti di ieri sera.

coronavirus bollettino protezione civile

Notizie Coronavirus, i dati dei Paesi più colpiti

In Italia la situazione legata al Coronavirus continua ad essere preoccupante con la Lombardia come regione maggiormente colpita (41.007 casi totali). L’Italia è prima nel mondo per numero di deceduti per Coronavirus e i numeri sono, tristemente, destinati a salire ancora. Gli ultimi giorni hanno visto la situazione migliroare, invece, in Cina, con la regione di Wuhan in netto miglioramento rispetto ai contagi. Picchi, invece, per Spagna e Stati Uniti che sono costretti a fare i conti con numeri altissimi: gli USA sono diventati il primo paese al mondo per numero di contagi con 120 mila casi e già oltre 2000 morti. Anche Belgio e Olanda non sono esenti dal contagio: si contano già oltre 10 mila casi.


Continua a leggere