Roma De Rossi addio | Domenica sera all’Olimpico sarà l’ultima volta con la maglia giallorossa sulla pelle. Il futuro è ancora tutta da decifrare. Nel frattempo gli attestati di stima e di affetto dal mondo del calcio si susseguono senza soluzione di continuità. Roma De Rossi addio

La fine del rapporto con la Roma

Lo strappo ormai è consumato. Daniele De Rossi non sarà più un calciatore della squadra con cui è nato e cresciuto. Diciotto anni insieme, diciotto anni di amore conditi da 458 partite e dal titolo di Campione del mondo nel 2006. Il futuro al momento è tutto da decifrare. De Rossi ha rifiutato un contratto da dirigente con la società di Pallotta, si sente ancora un calciatore ma al tempo stesso non riesce a immaginarsi con un’altra maglia indosso. Al termine di Roma-Parma, dopo aver ricevuto l’abbraccio dell’Olimpico, partirà per le vacanze e li maturerà la decisione su che cosa fare da grande.

Roma De Rossi addio ai compagni di squadra

Nel frattempo il Capitano giallorosso ha deciso di vivere a modo suo gli ultimi giorni da calciatore della Roma. Nessuno sfarzo nella partita di addio, nessuna conferenza stampa polemica e soprattutto un saluto come si deve ai compagni di squadra. Il commiato si è consumato giovedì sera al popolare, ed esclusivo, ristorante Zuma a due passi da Piazza di Spagna. Al tavolo quasi tutta la rosa dell’attuale stagione. Chi non c’era aveva validissime giustificazioni personali. De Rossi ha salutato commosso, e rammaricato, per come sono andate le cose in campo e fuori. Domenica l’ultima in campo, l’ultima fascia al braccio, l’ultima standing ovation. Il resto è tutto da scrivere, al momento non sono arrivate offerte ufficiali e quelle paventate non sembrano soddisfare la voglia di campo di De Rossi. Non è escluso il ritiro.