Andrea Poli, centrocampista del Bologna, domani sfiderà il Milan, sua ex squadra e compagine della quale era tifoso da bambino

Queste le dichiarazioni di Poli

Il primo anno con Allegri e Seedorf ho giocato tanto e debuttato in Champions League. Anche con Inzaghi giocavo. Poi col tempo sono emersi problemi oggettivi che hanno frenato la crescita del gruppo. Sei allenatori in quattro anni, una proprietà in bilico, giocatori che andavano e venivano, non proprio una situazione che offriva serenità e soprattutto serietà nel lavoro. Montella in particolar modo mi ha tradito, ma ora i suoi torti sono il passato. Io cercavo di dare una mano, ma evidentemente non la volevano. E’ cambiato troppo spesso il progetto tecnico, ogni anno si ripartiva da zero, dopo un pò la cosa stanca. Sono felice di aver giocato con quella maglia così bella: da bambino ero tifoso del Milan, ho coronato il mio sogno e non lo dimenticherò mai, ho dato tutto. Domanii? In caso di gol non esulterei. Io non rinnego il passato, il Milan è nel mio cuore”.