Sampdoria, Ferrero: “Rispettiamo il virus, che il calcio ci dia forza”

| 17/10/2020 17:00

L’emergenza Coronavirus sta tempestando parecchio la nostra Italia, e anche il mondo del calcio è stato condizionato non poco da questa situazione surreale. In Serie A ci sono stati diversi casi, ma lo sport non può che andare avanti, anche con la speranza di dare inizio ad un nuovo ciclo. A proposito di questo ha parlato il patron della Sampdoria, Massimo Ferrero.

Ultime Sampdoria: le parole di Ferrero prima di Samp-Lazio

Massimo Ferrero (Getty Images)

Massimo Ferrero (Getty Images)

Il presidente della Sampdoria, Ferrero, ha voluto mandare un messaggio importante a tutti i tifosi in questi tempi duri di Covid. Queste le sue parole:

“Dobbiamo rispettare questo virus, mi fido dei medici. Il calcio deve dare forza, qualità e spensieratezza. Verso il popolo deve dare forza al popolo, il calcio non si deve fermare, è energia. Lo sport è come l’arte, lo spettacolo non si deve fermare mai. Sulla partita? Meglio pensare alla partita, mi auguro di sfatare questa Lazio, squadra forte e meravigliosa. 

Sampdoria: diversi casi di positività

Sampdoria (Getty Images)

Non è di certo un periodo facile per la Sampdoria, costretta a far fronte a diversi casi di positività in rosa. Nella giornata di ieri è infatti arrivata la notizia per quanto riguarda un giocatore della Primavera e due membri dello staff. Prima della fine del campionato dello scorso anno, quando non si sapeva ancora se si sarebbe ritornato a giocare, alcuni doriani avevano già fatto i conti con il virus. Fortunatamente ne sono usciti vincitori. Si tratta di Manolo Gabbiadini, Omar Colley, Bartosz Bereszynski, Albin Ekdal, Morten Thorsby, Antonino La Gumina e Fabio Depaoli. L’ultimo arrivato, Keità Baldè, proprio durante le visite mediche e prima di firmare il contratto con la sua nuova squadra era stato contagiato.

LEGGI ANCHE: Sampdoria, altri 3 casi di positività al Coronavirus. L’annuncio del club

Ferrero e le polemiche contro i tifosi allo stadio

Intanto negli scorsi giorni sono arrivate delle altre importanti dichiarazioni del patron Ferrero, il quale aveva manifestato un malumore relativo all’ingresso di sole mille persone allo stadio. Parole importanti, e che ancora una volta sono riechieggiate nell’aria. “Ad esempio a Marassi lo stadio tiene 45 mila persone, se ne fai entrare 15 mila sarebbero a due metri, non le vedi neppure. Riportiamo la gente allo stadio”

LEGGI: Sampdoria, Ferrero denuncia: “Lo Stato non ci aiuta”


Continua a leggere