Sampdoria, Ranieri: “Candreva e Keita non al meglio”

| 17/10/2020 22:00

Claudio Ranieri, tecnico della Sampdoria, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a Sky Sport dopo la gara contro la Lazio.

Intervista a Ranieri dopo Sampdoria-Lazio

 

«Dovevamo far seguito alla prova di Firenze. Ci siamo riusciti. E anche se a loro mancavano giocatori importanti, siamo stati bravi e umili. Avevo chiesto di giocare con coraggio e ci siamo riusciti. Sono stati compatti, uniti, esattamente come dovevano essere. In questa squadra c’è anche qualità, gli abbiamo impedito di sviluppare e abbiamo giocato come dovevamo anche se abbiamo concesso qualche occasione di troppo. Ma di questo poi parlerò con i calciatori».fiorentina-sampdoria ranieri

Ranieri in conferenza stampa dopo Sampdoria-Lazio

Queste le parole del tecnico in conferenza stampa

«A loro mancavano calciatori di valore, come Immobile e giocatori che hanno avuto problemi fisici. Noi abbiamo fatto una gara di coraggio e consapevolezza. Abbiamo lasciato qualche occasione di troppo ma il risultato è di 3-0 ci fa dimenticare la partita contro il Benevento».

 

Stagione?  «Per noi conta quello che ha detto il presidente a fine campionato scorso: non vuole più soffrire. Abbiamo preso giocatori esperti e speriamo di non soffrire. Abbiamo fatto quattro partite, due perse e due vinte. Dobbiamo essere umili come oggi, giocare da squadra, essere consapevoli di quell che possiamo fae».

Gara? La qualità della Lazio la conosciamo tutti. Sono capitate occasioni ma almeno abbiamo chiuso subito. L’unico con una palla importante è stato Correa nel secondo tempo, uno di Milinkovic-Savic e Caicedo. Ma abbiamo gestito la partita».

Ranieri sul mercato

Mercato? «In campo abbiamo messo esperienza. Sono giocatori che sanno quello che devono fare in campo. Il mio compito è allenarli bene. È stata la prima partita da marzo per Keita Balde, lui si sta impegnando molto e sperimao di averli presto al 100%. Anche Candreva non è in gran forma. Tutto questo ci fa ben sperare, ma l’importante è rimanere umili».

Salvezza? «Io me lo auguro di disputare una stagione tranquilla. Sono contento di questi calciatori arrivati e ora l’obiettivo è 40 punti il prima possibile per non soffrire».

Esterni? «A loro mancava la materia prima, i titolari di Inzaghi non c’erano. Mettere Parolo in fascia significa fidarsi tantissimo di lui e doveva fare da punto di riferimento per far giocare gli altri. Cercavamo di mandarli in possesso palla il meno possibile».

calciomercato sampdoria adrien silva

Claudio Ranieri (Getty Images)


Continua a leggere