Milan, Pioli: “Addio Ibra? Vi dico cosa penso”

| 17/10/2020 20:24

Stefano Pioli, tecnico del Milan, ha parlato a Sky Sport dopo la gara contro l’Inter.

Pioli dopo Inter-Milan

Ho già detto ieri che il risultato di oggi non sarebbe stato determinante per gli obiettivi, siamo stati bravi a soffrire e a stare in partita. E’ una vittoria importante e sono 3 punti importanti ma il nostro cammino è ancora lungo.

Ibra? Era molto stanco, mi ha chiesto il cambio ma è rimasto in campo, è un campione in tutto. E’ chiaro che il suo apporto alla squadra è importantissimo, complimenti a lui e ai calciatori. Abbiamo battuto una squadra veramente forte. Stiamo crescendo e dobbiamo continuare. 

Rangnick e addio Ibra? Chi pensa troppo al passato non si gode il presente, io voglio pensare al futuro e continuo a lavorare. Lo spirito della squadra è incredibile. Lavoriamo bene e sappiamo che avremo difficoltà. Non abbiamo mai fatto una vittoria facile, dobbiamo ancora migliorare e la squadra è giovane e sta crescendo”.

milan pioli

(www.gettyimages.it)

Pioli sulla formazione

“Messaggi di coraggio. Devo dire la verità, sono rimasto sorpreso che nessuno si aspettasse Leao. Ho sempre messo un attaccante a sinistra, non avendo Rebic ho voluto dargli fiducia, è giusto aspettarsi una crescita ma questo è il nostro modo di giocare. Ci prendiamo rischi, e credevo che sarebbero stati di più concedendo campo a loro. Non volevamo subirli. La squadra ha la sua identità. Pensiamo di avere tante situazioni positive e vantaggiose. Ogni tanto subiamo qualcosa”.

calciomercato milan dalot

(www.gettyimages.it)

Pioli sullo scudetto

“Velocità? A me piace pensare positivo, e mi ritengo un ottimista. Sono dalla parte di Costacurta, ci sono 3-4 squadra sulla carta superiore, hanno investito tanto, noi abbiamo investito a lungo termine. Siamo ambiziosi, e abbiamo qualità importanti ma il campionato sarà difficile perchè ci sono squadre forte. Siamo 7 formazioni ad alto livello, 4 saranno contente e fine anno e noi speriamo di essere tra queste. 

Kjaer e i passi avanti in difesa? Per puntare allo scudetto devi alzare il livello di qualità dei calciatori, lo stiamo facendo ma non è un percorso di un anno, squadre ci hanno messo tempo, la società è stata brava perchè ci sono campioni e calciatori esperti più calciatori di prospettiva. Sottolineo la prova dei centrali, abbiamo accettato l’unico contro uno, hanno saputo gestire la gara”.

pioli milan

 


Continua a leggere