Milan, Pioli: “Ibra ci sarà, Rebic no e sarà pesante”

| 16/10/2020 15:15

Vigilia prepartita per il tecnico rossonero Stefano Pioli. Domani pomeriggio, alle ore 18, i suoi ragazzi affronteranno l’Inter di Antonio Conte per un attesissimo Derby.

calciomercato milan dalot

(www.gettyimages.it)

Pioli sul Derby: “Preparato in poco tempo

Ecco le sue dichiarazioni: “Derby? I rossoneri hanno una propria identità di gioco, attueremo il nostro gioco. E’ un importante esame quello di domani. Come tutti gli esami non finiscono mai. Abbiamo avuto poco tempo per preparare questa partita, stesso discorso vale per i nostri avversari. Tifosi? La rivalità si sente, peccato non ci siano. Sicuramente è una partita molto sentita, il nostro compito è quello di fare molto meglio dei nerazzurri. Rispetto ad un anno fa abbiamo avuto un ottimi miglioramento. Rispettiamo l’Inter che è la favorita a vincere il campionato. Sono convinto che faremo bene. Volevo arrivare a questa partita vincendo le prime tre partite e superare il turno di Europa League. Ci arriviamo bene come ci sono arrivati anche loro“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milan, Bonaventura: “Rinnovo? Ora sono andato avanti”

Su Ibrahimovic: “Ha avuto un problema, ma lo ha superato. Giocherà dal 1′

Sicuramente battere l’Inter alzerebbe il nostro morale, ma pensiamo ad una gara alla volta. Dobbiamo crescere e migliorare. Ibrahimovic? Ha avuto un problema ma l’ho ritrovato come sempre. grintoso e generoso. E’ pronto a giocare dall’inizio, si è allenato solo per una settimana. La sconfitta della passata stagione ci ha dato la scossa, forse ci voleva. Da quella partita siamo cambiati. Nazionali? Decidono le Federazioni e dei club. Hauge? Ragazzo sveglio, ha voglia di fare. Rebic? Sta meglio, ma per domani è indisponibile. Settimana prossima effettuerà ulteriori accertamenti. Gap ridotto con l’Inter? Sono d’accordo, ma dobbiamo dimostrarlo sul campo“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan: Calhanoglu via a zero, ecco cosa c’è sotto

E su Conte: “Non invidio nulla di lui

Kjaer? E’ un professionista esemplare, sia dentro che fuori dal campo. Sono contento che sia ritornato anche Romagnoli, insieme formano una grande coppia. Conte? Non invidio nulla di lui. Conosco i miei colleghi solo per come studiano le gare, ma personalmente no. Il Milan ora ha una identità di gioco che prima non avevamo. Rebic? Ripeto, dispiace che non ci sia ma abbiamo altri giocatori che possono sostituirlo degnamente“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milan: arriva lìannuncio di Donnarumma

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan: “Io ad un passo dalla Premier”, l’annuncio del calciatore


Continua a leggere