Milan, Bonaventura: “Rinnovo? Ora sono andato avanti”

| 16/10/2020 12:00

Giacomo Bonaventura, nuovo centrocampista della Fiorentina, ha parlato nel corso di un’intervista concessa alla la Gazzetta dello Sport.

Intervista a Bonaventura sulla Fiorentina

Il centrocampista, fresco di ritorno in Nazionale, è tornato anche sulla scelta del suo nuovo club dopo che al suo agente, Mino Raiola, erano arrivate molte offerte.

 “Alla fine della stagione ho avuto diverse offerte, ma mi sono preso un po’ di tempo per pensare a dove giocare visto che volevo la Nazionale. Durante il ritiro mi ha chiamato la Fiorentina e ho detto che per andava bene. Penso che sia un club che ha ottime prospettive. La squadra, guidata da un allenatore molto esperto, potrà nei prossimi anni diventare sempre più forte grazie ad un mix di calciatori esperti e giovani e questo mi fa bene sperare”.

italia bonaventura

(www.gettyimages.it)

Intervista a Bonaventura sulla scelta

Bonaventura ha parlato anche dell’ambiente che ha trovato a Firenze, molto diverso da quello che aveva vissuto nei suoi anni al Milan.

Commisso? “Mi fa piacere vedere il presidente Commisso con noi, è una persona che segue la squadra con grande passione e partecipazione. Avere il presidente a bordocampo e vederlo da vicino è un grande stimolo per fare bene”. 

Ribery?  “Ribery non è una sorpresa. È uno che fa la differenza in campo ed anche fuori, è uno di quei calciatori che nascono per giocare a calcio. In passato lo avevo incontrato qualche volta, ma non lo conoscevo. Ora che siamo compagni ho notato anche il suo bel carattere, è una persona molto disponibile ad aiutare i compagni ed è anche simpatico”.

italia bonaventura

(www.gettyimages.it)

Intervista a Bonaventura sul Milan e su Ibra

Bonaventura è tornato poi sul Milan e sul rinnovo mai arrivato

Ibra?  “La qualità che accomuna Ibrahimovic e Ribery è il grande impegno e la concentrazione che hanno in campo ma soprattutto in allenamento. Non so se una squadra con loro potrebbe vincere lo scudetto, ma sono certo che qualunque tecnico vorrebbe avere questi due campioni con se. Sono due calciatori che hanno fatto capire a tanta gente l’età non conta, anche dopo i 35 anni se hai classe e qualità puoi fare ancora la differenza”. 

Milan? “Il rinnovo? È stata una scelta della società io ho aspettato notizie prima di accettare altro, ono andato avanti”.

(www.gettyimages.it)


Continua a leggere