Il Governo salva il calcio giovanile, Gravina: “Sono loro il futuro”

| 13/10/2020 17:20

Il presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gabriele Gravina, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni all’Ansa per quanto riguarda le attività sportive giovanili ed il calcio dilettantistico.

serie a gravina stadi

Gabriele Gravina (Getty Images)

Salvo il calcio giovanile

Il calcio giovanile è pronto a ripartire e lo fa grazie all’avvio delle attività nelle Aree di Sviluppo Territoriale (un programma che è stato lanciato dalla stessa Figc nel 2015), grazie anche al Settore Giovanile e Scolastico. Soprattutto grazie all’aiuto di Ferrero per la sua “Kinder Joy of Moving“, di Eni e di Puma. E’ un progetto che interessa 53 province che comprendono 400 società e 4000 atleti. Il tutto per diffondere la metodologia, i principi ed i valori del Settore Giovanile e di quello scolastico appunto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> FIGC, Gravina: “Protocollo? Ecco le ultimissime”

Le parole di Gravina

In merito a ciò ha voluto parlare anche il presidente Gabriele Gravina. Ecco le sue dichiarazioni: “La Figc ha continuato a lavorare pensando al futuro del calcio italiano anche quando abbiamo affrontato il periodo del lockdown. Abbiamo messo a disposizione delle risorse che devono essere distribuite a tutte le Società anche in un momento difficile come questo che stiamo vivendo. Sopratutto, far capire a tutti, che stiamo progettando un nuovo percorso di crescita generale. Questa scelta di mandare i nostri tecnici all’interno di questi singoli club deve essere vista proprio in questo senso: bisogna coinvolgere il maggior numero di giovani, insieme ai loro allenatori e ai loro dirigenti“. Il tutto partirà da dicembre dove inizieranno queste attività tecniche nei 50 centri Federali Territoriali della Fgc in tutte le regioni di Italia.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, la Procura della Figc indaga su possibili violazioni a Castel Volturno

gravina serie a figc

Gabriele Gravina (Getty Images)

In merito al nuovo Dpcm: “E’ un messaggio di fiducia per il nostro mondo

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha emanato il nuovo Dpcm (che prevede la chiusura di bar e ristoranti entro la mezzanotte, l’assoluto divieto di festeggiare nei locali e lo stop agli sport amatoriali come il calcetto ed il basket oltre che alle gite scolastiche). Anche Gravina ha voluto dire la sua: “Si è capito quanto il calcio possa far bene alla collettività. Noi della Figc collaboreremo proficuamente con le istituzioni. Ci sarà un grande senso di responsabilità sui temi di sicurezza e della salute“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> FIGC, Gravina: “Ecco quando riapriranno gli stadi”

 


Continua a leggere