Juventus, violato l’isolamento: l’ASL segnala alla Procura

| 06/10/2020 23:30

Juventus, altri guai. Dopo i fatti di Juve-Napoli, entra di nuovo in gioco la ASL questa volta di Torino.

Juventus: ASL contro i bianconeri

Nemmeno il tempo di arrivare alla fine del caso Juve-Napoli, che il problema delle ASL e del mondo del calcio torna di attualità.

Questa volta nel mirino la società bianconera. Pur proseguendo l’isolamento fiduciario di tutto il gruppo, iniziato sabato dopo la positività di due elementi dello staff esterno, lunedì mattina alcuni giocatori sono andati via dalla Continassa.

Questo significa che i calciatori in questione hanno violato la quarantena preventiva e l’isolamento.

juventus allianz stadium

(www.gettyimages.it)

Juventus: chi ha violato l’isolamento?

Ora i calciatori rischiano grosso con una denuncia penale ed un processo che potrebbe portare dai 2 ai 12 anni di reclusione per “epidemia colposa”. Ovviamente difficile che tutto si concretizzi, ma Rodrigo Bentancur, Gigi Buffon, Juan Cuadrado, Danilo, Merih Demiral, Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo sono stati segnalati alla Procura di  Torino.

Questi calciatori per tornare a casa o per raggiungere in tempo il ritiro della propria Nazionale hanno lasciato Torino.

Queste motivazioni interessano la Juve ma non la coinvolgono perchè una volta abbandonato il ritiro la responsabilità dei comportamenti è individuale.

(www.gettyimages.it)

ASL contro Juve: è caos

Già lunedì la società bianconera aveva segnalato alla Asl la decisione dei suoi tesserati di interrompere l’isolamento presso la struttura designata (il J Hotel).

Tuttavia l’Asl ha voluto segnalare alla Procura, cui spetterà verificare l’effettivo rispetto dell’isolamento dei giocatori.

Intanto questi hanno già abbandonato l’italia:  Ronaldo, Dybala, Danilo, Bentancur e Cuadrado avrebbero infatti già raggiunto i ritiri delle rispettive nazionali. La conferma della segnalazione in Procura arriva da Roberto Testi, direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl Citta di Torino:

«È stata la stessa società, che come sempre si è comportata in maniera estremamente corretta, a segnalarci che alcuni calciatori avevano lasciato il luogo dell’isolamento. Noi notizieremo l’autorità competente, cioè la Procura».

Nessuna condanna da parte del dirigente della ASL:

«Non penso che sia stato commesso niente di così grave, magari potrebbe arrivare un multa per chi ha viaggiato in aereo».

Alla Continassa l’isolamento prosegue per tutti gli altri, compresi i convocati che dovranno aspettare l’esito dei tamponi.

Juventus-Napoli (Getty Images)


Continua a leggere