Juventus, McKennie: “Un sogno che si avvera, prima solo sui videogame”

| 07/09/2020 17:00

Juventus, McKennie si presenta: “Incredibile essere qui, un sogno che si avvera”

E’ il nuovo volto apparso alla Continassa, un acquisto in arrivo dagli USA, perché l’ex Schalke 04 e nuovo centrocampista della Juventus, è Weston McKennie. Per averlo, il CFO bianconero ha fatto di tutto. Fabio Paratici lo è andato a prelevare dalla Bundesliga, per piazzarlo nel centrocampo a tre che sarà di Andrea Pirlo. Nel pomeriggio ha anche svolto la sua prima conferenza stampa, quella di presentazione, per farsi conoscere ai suoi nuovi tifosi e parlare con i media: “Ho scoperto dell’interesse della Juventus, e tutti sanno quanto sono stato entusiasta della cosa. L’idea di giocare per la Juve, club con una storia incredibile, mi ha reso felice. La società è molto seria, mi ha subito mostrato vicinanza per i miei impegni con il BlackLivesMatter”.

McKennie, primo calciatori degli USA a vestire bianconero: “Un onore, mi rende fiero”

E’ il primo calciatore degli Stati Uniti a vestire la gloriosa maglia della Juventus e lo stesso McKennie sa quante pressioni vivrà all’interno del club bianconero. Le attenzioni saranno su di lui, con i tifosi degli USA che non vedono l’ora di osservare le sue prestazioni con la società bianconera. Della sua esperienza in Italia, parla proprio così il nuovo giocatore della Juventus: “Per me è un onore essere il primo giocatore degli USA nella storia della Juve, così questa cosa può far avvicinare i calciatori americani a questo calcio. Mi rende fiero. Quando ho dovuto scegliere tra il football americano e questo sport, che amo, ho scelto il calcio. E ho fatto bene, guardate dove sono ora”. 

Le parole di McKennie alla sua prima conferenza stampa in bianconero

“Dove giocherò? Non lo so, sceglierà il mister. Io posso solo dire che, come giocatore, mi piace essere da area ad area, girarmi, dare una mano alla squadra, portare il pallone alla difesa. Sono un giocatore a cui piace recuperare la palla e farla girare con i compagni. Ho parlato con mister Pirlo, a lui piace questa cosa. Viviamo le stesse sensazioni in mezzo al campo, so cosa vuole da me”. 

Sul suo idolo: “E’ Francesco Totti, lo ammiravo quando ero piccolo. Che classe che aveva… Ha influenzato la mia passione verso il calcio”.

Sulla Juventus, prosegue: “Nessuno deve convincerti, quando arrivi alla Juve sei già convinto. E’ un sogno che diventa realtà per me, gioco con Cristiano Ronaldo, questa cosa è incredibile. Poi Pirlo che mi allena, è un campione e una Leggenda di questo sport, non ti capita tutti i giorni. Alcuni giocatori di questo club li vedevo sui videogiochi, ora ci gioco assieme, in carne ed ossa. Con alcuni vorrei fare una foto, quasi sembro un loro fan”.


Continua a leggere