Calciomercato Napoli, De Laurentiis furioso: “Impossibile trattare con il City. Serie A falsata”

| 04/09/2020 13:40

Per il Napoli di Gennaro Gattuso si conclude oggi la prima parte di ritiro a Castel di Sangro. Nel pomeriggio ci sarà l’amichevole contro il Teramo e poi si farà ritorno a Castel Volturno, dove il tecnico attenderà gli altri sviluppi di calciomercato: da Koulibaly ad Allan, il Napoli sta conducendo vari affari in uscita.

calciomercato napoli koulibaly

(www.gettyimages.it)

Calciomercato Napoli, De Laurentiis furioso con il Manchester City

Nell’ultimo giorno di ritiro, il Presidente del Napoli ha tenuto una conferenza stampa di riepilogo per fare il punto della situazione sulla squadra e sul caciomercato.

L’obiettivo di questo nuovo campionato è la sopravvivenza. Non sappiamo ancora se sarà un campionato normale o se Gravina avrà la forza di cambiare in play-off e play-out. La verità è che l’italiano ama molto le chiacchiere, ma poi non ha mai le palle”.

Koulibaly? “Un grande giornale inglese mi ha chiesto cosa sta succedendo col City. Gli inglesi sostengono che non possono parlare direttamente con noi per il problema relativo alla cessione di Jorginho di due stagioni. Quindi come può alimentarsi un dialogo serio e sereno per la cessione di un giocatore?”.

Calciomercato Napoli, scambio in dirittura d’arrivo: le ultime

Calciomercato Napoli, De Laurentiis: “Nessuna richiesta per Fabian Ruiz”

Ha notato differenze tra Sarri, Ancelotti e Gattuso? “L’unica cosa certa è che i calciatori vengono riplasmati ogni volta che cambia l’allenatore. Tutto ciò che aveva insegnato Sarri è stato cancellato quando è arrivato Ancelotti. Gattuso è arrivato e ha trovato delle serie difficoltà a ristabilire gli equilibri. Non ha risolto tutto con il 4-3-3 perché i calciatori non sono macchine”.

Fabian Ruiz? “Non ho notizie di grandi richieste. Le richieste si fanno mettendo sul tavolo le offerte”.

Calciomercato Napoli, Giuntoli chiude per il trasferimento di Meret: “Non si muove”

de laurentiis

(www.gettyimages.it)

De Laurentiis promuove Gattuso e il Napoli

Aurelio De Laurentiis, poi, è tornato a parlare delle polemiche scaturite ieri con la radio ufficiale e si è soffermato sul lavoro di Gennaro Gattuso.

“Spendo tantissimo per certificare milioni e milioni di spettatori e devo subire la violenza di non mandare in onda, nazionalmente, il ritiro, le interviste, ma perché? Se mi chiedono un’intervista ad Osimhen, perché devo farla sentire solo ai tifosi che vivono in Campania e non a tutti i tifosi del Napoli in Italia? Sono tre anni che batto su questo chiodo e ora vi dico che mi avete stancato. Ci metto tre secondi per fare una radio web che viene trasmessa in tutto il mondo. Ho fatto questa precisazione perché qualcuno ha scritto che era un attacco al giornalismo ma non ho nulla contro i giornalisti. Anzi, sono carini, bravi. Voglio che da questo momento in poi le nostre conferenze siano trasmesse anche a New York, Londra e tanto altro”.

Miglioramenti della cantera? “Preferisco vedere un giovanissimo dall’Hellas Verona, chiedo a Cristiano Giuntoli quanto costa e lo prendo”.

Voto a Gattuso?A Gattuso e alla squadra va un 10 e lode. Ora sono partiti tutti, ben tredici sono andati via per le Nazionali. Se Gattuso avesse avuto tutti i calciatori a disposizione, per la prima di campionato non ce ne sarebbe stato per nessuno”.

Napoli, l’agente del difensore chiude al trasferimento

napoli de laurentiis

(www.gettyimages.it)

Napoli, De Laurentiis: “Se si gioca ogni tre giorni il sarà falsato questo campionato”

Infine, Aurelio De Laurentiis ha parlato anche della nuova Serie A.

“Non mi meraviglia la conferma di Nicchi a capo degli arbitri. E’ molto sostenuto da Lotito che è molto simpatico ma a lui la testa non gliela cambi. Appartiene alla prima Repubblica e quindi è giusto che sostenga Nicchi”.

Serie A?Prima poteva essere falsato perché si facevano le estrazioni a convenienza, con la compartecipazione di qualche persona compiacente e venivano determinati calendari poco onesti, soprattutto sul piano intellettuale. Auguriamoci che questa volta li abbiano fatta in buona fede. Ma considerano che l’Italia è al 95% collusa… Se si gioca nuovamente ogni tre giorni, sarà nuovamente un campionato falsato”.

Nazionali? “Se si rompe qualche giocatore io preparo un pull di avvocati, ci faremo sentire. Pensate che all’inizio quando le Nazionali prendevano i giocatori, non ci pagavano, poi è nata l’ECA e le cose sono un po’ cambiate. Quando io dicevo le cose in faccia a Platini, mi dicevano che me l’avrebbero fatta pagare, ma ad oggi sappiamo tutti dov’è e che avevo ragione io”.


Continua a leggere