News Napoli, De Laurentiis: che stoccata alla Juventus. E sui calendari…

| 02/09/2020 17:39

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha commentato il nuovo calendario della Serie A 2020-21. La sua squadra esordirà in Emilia Romagna contro il Parma. Alla terza giornata c’è subito il primo big match della stagione per i partenopei: affronteranno, a Torino, la nuova Juventus di Andrea Pirlo detentrice del titolo (il nono consecutivo).

calciomercato napoli acquisti più costosi storia

De Laurentiis sui calendari: “Juve? Prima o poi la devi incontrare

Come già scritto, alla terza giornata c’è subito grande calcio. Il Napoli affronterà, in trasferta, i bianconeri che non saranno più guidati dall’ex Maurizio Sarri ma da Andrea Pirlo, alla sua prima esperienza da tecnico. Il numero uno del club ha voluto dire la sua: “Giocare contro la Juventus alla terza giornata di campionato? Prima o poi la deve incontrare, anzi, anche la Juventus dovrà giocare con il Napoli. Perché parliamo di loro come se fossero dei mostri sacri? Non mi sembra che nelle partite importanti come la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana l’abbiano vinta loro“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, via Koulibaly: ecco che arriva il sostituto

Sui sorteggi: “Ci è andata bene rispetto a molti anni fa

In questo momento si trova a Castel Di Sangro per seguire il ritiro della squadra sotto gli ordini di Gennaro Gattuso. Prima dell’inizio del Forum “Una Questione di Gusto” che si sta tenendo proprio nella città abruzzese ha parlato delle prime giornate in cui il Napoli dovrà affrontare l’inizio del nuovo campionato: “Finalmente posso dire con tranquillità che siamo stati fortunati per quanto riguarda il sorteggio. Sono contento perché pare che in Lega, con qualche anno di ritardo, abbiano capito che si dovevano eliminare dei problemi che nel passato ci vedevano sempre fare diatribe. Tra un mese conosceremo anche le squadra che dovremmo affrontare nella prossima edizione dell’Europa League e quindi non me la sento di dare un giudizio finale ma ho notato che hanno utilizzato un principio logico che avevamo proposto all’epoca e che non avevano mai accolto“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, Meret finisce sul mercato: rottura con il club

calciomercato napoli rinnovi

In conclusione: “L’Italia è un Paese di sordi

Devo dire che in Italia ci vogliono almeno venti anni affinché una cosa si possa realizzare perché sembra davvero un Paese di sordi, di chi non vuole sentire“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, beffa per gli azzurri. Vola in Premier League


Continua a leggere