Il calcio italiano ricomincia dalla Nazionale: Mancini cerca il mix perfetto – FOCUS CM24

| 02/09/2020 21:00

Il calcio italiano è pronto a ripartire, e a farlo subito con impegni molto importanti. Prima dell’avvio della Serie A 2020/21, di cui oggi sono stati resi noti i calendari, ci sarà l’Italia di Roberto Mancini che scenderà in campo per la UEFA Nations League contro Bosnia Erzegovina e Olanda.

italia

(www.gettyimages.it)

Italia, Mancini cerca la quadratura del cerchio

Le uscite della Nazionale Italiana di Roberto Mancini hanno convinto tantissimo per la qualità del gioco espresso e, successivamente, per i risultati. Gli azzurri hanno vinto il Girone di Qualificazione a Euro 2020 con il massimo dei punti e ora dovranno affronare una prima competizione di livello: la UEFA Nations League. L’esordio sarà in Italia, a Firenze, contro la Bosnia Erzegovina, venerdì 4 settembre. L’obiettivo, ora, non è più quello di riuscire a figurare bene in una competizione continentale, ma è quello di provare a vincere la Coppa. A Coverciano hanno lavorato più di 35 calciatori e il motivo è presto detto: si vuole trovare la quadratura del cerchio.

Italia, Mancini perde l’attaccante: lascia il ritiro. Il comunicato

Come scende in campo l’Italia?

Roberto Mancini, dunque, cerca di capire come sfruttare al meglio tutti i calciatori convocati per queste prime due gare di Nations League ma partirà dall’idea di base solita: il 4-3-3. Negli allenamenti degli ultimi giorni si è tentato di capire chi potesse agire da play, in assenza (momentanea) di Jorginho. Il tecnico italiano ha provato soprattutto Stefano Sensi, di rientro dall’infortunio, e meno spesso Sandro Tonali, lasciando capire quale sarà la scelta. Oggi a Firenze, però, c’era anche Jorginho, negativo al tampone e disponibile per la gara con la Bosnia Erzegovina. Se darà garanzie sarà lui il titolare, anche perché il calciatore del Brescia (ormai ad un passo dal Milan) ha lasciato la Nazionale maggiore per raggiungere i compagni dell’Under21. Tra i pali sono quattro i portieri convocati (Cragno, Donnarumma, Meret e Sirigu) ma a spuntarla dovrebbe essere Donnarumma, ormai sempre più numero 1 della Nazionale. Juventus, Inter e Napoli dovrebbero formare la linea difensiva: Di Lorenzo e Biraghi sugli esterni con Bonucci e Capitan Chiellini al centro. Proprio il capitano dell’Italia ha presentato la “nuova” Italia, fatta di ragazzi molto giovani e di uomini di grande esperienza, per cercare di creare il mix perfetto in vista degli impegni Europei e Mondiali. Ai lati di Jorginho dovrebbero agire Nicolò Barella e Lorenzo Pellegrini, per un centrocampo di qualità e quantità. In attacco, nonostante la prima convocazione in assoluto per Francesco Caputo, dovrebbe esserci ancora Ciro Immobile a comandare in area di rigore: ai suoi lati dovrebbero agire Nicolò Zaniolo e Federico Chiesa. Difficile, infatti, la presenza di Lorenzo Insigne, uscito malconcio dall’allenamento di ieri.

Italia, Mancini fissa gli obiettivi

italia

(www.gettyimages.it)

Italia giovane ma esperta: ecco cosa cerca Mancini

Ora per l’Italia non è più tempo di ricostruire e sperimentare. E’ tempo di diventare pragmatici e di tornare ad essere grande tra le grandi. Il Mondiale del 2018 scotta ancora e ogni calciatore convocato da Mancini sa che deve dare più del 100% per riavvicinare i tifosi alla selezione azzurra. Il nuovo tecnico ha osato e portato i primi risultati ed è quello che intende fare anche da venerdì in poi. Si vuole portare la voglia dei giovani in Nazionale, senza perdere la garanzia dei senatori del gruppo. Per questo in campo ci sarà un mix perfetto tra qualità, quantità e leadership: da Bonucci a Chiellini, passando per Donnarumma e Barella: giovani e “vecchi” per riportare l’Italia dove merita. Mancini lo ha chiarito anche in conferenza stampa: “Serve concentrazione e attenzione“. L’Italia non può più permettersi di sbagliare, dalla Nations League agli Europei, aspettando Qatar 2022.

Potrebbero interessarti anche

Calciomercato Inter, Skriniar può dire addio: le sue parole

Calciomercato Juventus, il PSG in pole position per il campione: le ultime


Continua a leggere