Italia, Mancini fa chiarezza sulle possibilità di allenare un club

| 30/08/2020 16:20

Ritorna in campo anche la nazionale italiana. Venerdì i ragazzi di Roberto Mancini dovranno affrontare la Bosnia Erzegovina mentre lunedì c’è l’Olanda di Dwight Lodeweges.

Mancini: “Ci teniamo a fare bene in Nations League

Roberto Mancini è entusiasta. Rivede, dopo tanti mesi, i suoi ragazzi nel centro tecnico di Coverciano. Sa bene che questo sarebbe dovuto essere l’anno degli Europei. Purtroppo il Coronavirus non ha voluto che le cose andassero in questo modo, nessun problema: edizione rimandata all’anno prossimo con la possibilità di far crescere e valorizzare, ancor di più, i giovani talenti che ha a disposizione. Nel corso della conferenza stampa ha dichiarato le seguenti parole: “E’ stato un piacere per me ritornare a Coverciano e rivedere i ragazzi. Tutti ci siamo sottoposti ai test medici per il Covid-19. Una volta effettuati siamo andati a cena. Dopo abbiamo saputo che i risultati erano usciti tutti negativi. Le cose pare che stiano migliorando, speriamo di ritornare alla normalità quanto prima perché ne abbiamo bisogno. Ora c’è la Nations League, si parte con ancora più carica. Non giocando da tanto tempo c’è ancora più voglia. Questa competizione è diventata importante soprattutto per il ranking FIFA e ci teniamo a fare bene fino alla fine. Il nostro obiettivo è quello di conquistare la finale“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Italia, addio Mancini? Il sostituto sarebbe clamoroso

Ancora Mancini: “Con la Bosnia non sarà semplice

Bene o male i giocatori sono gli stessi, c’è qualche new entry. Bisognerà controllare sicuramente la condizione fisica di ognuno di loro, alcune squadra hanno concluso la stagione da poco tempo. In questi giorni valuteremo le loro condizioni. Dobbiamo tener conto di molti fattori, poi magari se uno può reggere i 90 minuti ben venga. Di sicuro vogliono che mettano l’anima in campo. Dobbiamo iniziare con il piede giusto perché contro la Bosnia non sarà affatto facile“.

LEGGI ANCHE >>> Italia, Mancini: “Ronaldo non mi convince da prima punta”

E sugli stadi “Sono ottimista per una possibile riapertura

Dobbiamo ripartire dall’entusiasmo che si era creato nel gruppo di qualificazione agli Europei, dalla voglia di giocare per la propria nazione e da una squadra che si diverte e gioca bene. Stadi? Il calcio è divertimento ed ha bisogno del pubblico. Chi sta avendo un danno enorme sono i settori giovanili e i campionati minori. Sono ottimista e spero di ritornare al più presto alla normalità“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Nazionale, Mancini: “Lockdown? L’ho vissuto malissimo”

 

 


Continua a leggere