Inter, Godin: “Aiuto la squadra con la mia esperienza, siamo un gran gruppo”

| 11/08/2020 00:00

L’Inter di Antonio Conte passa alle semifinali di Europa League dopo la vittoria di questa sera contro il Bayer Leverkusen: Diego Godin è stato uno dei protagonisti della serata tedesca.

ultime inter godin

Inter, Godin: “Aiuto la squadra, do tutto”

Ai microfoni di Sky Sport, Diego Godin, uomo di maggior esperienza dei nerazzurri di Antonio Conte, ha analizzato la vittoria di questa sera e il passaggio alle semifinali di Europa League.

“Tutto quello che ho fatto in carriera devo metterlo in campo, se non sto bene mentalmente e fisicamente è difficile. Dopo aver giocato in un modulo diverso ho capito cosa vuole il mister, ho preso tempo e spazio diversi rispetto a quello che facevo all’Atletico o all’Uruguay. La maniera di giocare è diversa: devo fare tanta fatica, corsa indietro e pressare alto. Oggi sto bene e posso aiutare la squadra, quello è importante. L’eserienza si può vedere anche in altre situazioni”.

Semifinale?Prima dobbiamo capire con chi giochiamo, poi ci riposiamo e ci godiamo una semifinale europea dopo 10 anni. Non sarà facile arrivare in finale, per noi sarà una finale già la prossima partita perché è una gara secca. Sarà difficile, le squadre che sono in Europa League giocano sempre in Champions e dobbiamo rispettarle. Noi stiamo bene e vogliamo continuare su questa strada“.

CLICCA QUI PER RESTARE AGGIORNATO SU TUTTE LE NEWS DI MERCATO

Le parole sul periodo di ambientamento

Qual è la tua posizione preferita?Dentro il campo, sempre. Se vuole il mister gioco anche in attacco (ride, ndr). Posso giocare a destra o a sinistra, è uguale. Penso che stiamo facendo individualmente buone prestazioni perché stiamo giocando da squadra, sia in difesa che in attacco. Quando la squadra sta bene, tutti andiamo meglio e alziamo le prestazioni“.

Momento difficile?Sapevo che se non giocavo dovevo lavorare di più e ho fatto quello. Mi sono allenato sempre di più nel lockdown, sono tornato più forte e sono entrato in squadra piano piano rispettando il compagno: se sto in in panchina devo rispettare chi gioca, anche se un calciatore vuole sempre giocare.

Potrebbero interessarti anche

Calciomercato Napoli, accordo con De Laurentiis: le ultime

Mercato Juventus, decisione definitiva su Sancho


Continua a leggere