Juventus: esonero Sarri, da Torino arriva una voce

| 17/07/2020 07:43

Juventus, le voci intorno al nome di Maurizio Sarri continuano a non placarsi. Se Allegri dopo aver vinto tanto lo scorso anno fu mandato via per il gioco che mancava, anche Sarri senza nessun titolo in bacheca sembra in discussione.

Notizie Juventus: Sarri salvo in caso di scudetto

Come riportato da Tuttosport, il tecnico toscano dovrebbe salvare la panchina nel caso in cui alla fine di questa annata arriverà lo scudetto.

In questo momento alla Continassa sono arrivati zero processi, zero ansie, zero negatività: sarebbero tre pericolose scorciatoie verso un disastroso fallimento che va evitato perché la Juve è prima ed è a tre vittorie dal primo posto matematico.

La squadra di Sarri aveva ricominciato dopo il lockdown con un punto di vantaggio sulla Lazio, oggi ne ha otto (e sei sull’Inter). E se la rocambolesca sconfitta di San Siro e il pareggio di mercoledì sera contro il Sassuolo hanno allarmato tutti, ora bisogna vincere.

A Torino, come sempre, prima si vince, poi si ragiona. Questo si traduce con la conferma di Maurizio Sarri in caso di vittoria dello scudetto.

juventus conferenza sarri

(www.gettyimages.it)

Niente stress prima dello scudetto

Se non dovesse farcela, allora si aprirebbe un tavolo di crisi e la soluzione dell’esonero sarebbe considerata. Ma in questo momento è un’opzione che non viene presa in considerazione anche perchè questo rischierebbe di minare tutto l’ambiente.

Detto ciò, in questo momento, Sarri gode della fiducia del club (e non pensa ai sostituti), dove c’è la consapevolezza che nelle ultime tre partite la Juventus ha affrontato le tre squadre più in forma del torneo e che a Sarri, per esprimere il suo gioco, non solo serve tempo ma servono anche gli uomini.

Juventus: si riparte dal mercato

L’ex tecnico sosteneva in modo piuttosto esplicito che la rosa necessitava di una importante rinfrescata per rinnovare stimoli e per questo si ripartirà dai giovani come Kulusevski preso a dicembre e Arthur a giugno


Continua a leggere