USA, giudice nega parità di salario alla Nazionale Femminile

| 02/05/2020 10:30

USA Calcio Nazionale Femminile | Caos negli Stati Uniti d’America. La Nazionale di Calcio Femminile ha intentato causa alla Federcalcio Statunitense per la mancata parità di salario con la Nazionale Maschile. La causa, però, non è andata a buon fine e ora si attende la risposta degli avvocati delle calciatrici che attueranno il ricorso nelle prossime settimane.

usa nazionale femminile

USA, giudice nega parità di salario alla Nazionale Femminile

E’ tra gli argomenti più discussi degli ultimi anni: la parità di salario e di diritti sul lavoro tra uomini e donne. Proprio su questo si fonda la causa delle calciatrici della Nazionale Statunitense: la violazione dell’Equal Pay Act in quanto sarebbero pagate meno rispetto ai colleghi della nazionale maschile; e la discriminazione legata alle condizioni del posto di lavoro.

Gary Klausner, giudice del Tribunale distrettuale degli Stati Uniti per la California centrale a Los Angeles ha appoggiato le regole della Federcalcio sul primo punto.

Leggi anche – Calciomercato Inter, Lautaro Martinez vuole il Barcellona

usa nazionale femminile

USA Women: annunciato il ricorso

Le calciatrici della nazionale, che hanno chiesto un risarcimento di oltre 66 milioni di dollari (circa 60 milioni di euro) per discriminazione di genere. Il giudice Klausner ha bocciato le argomentazioni sulla discriminazione salariale mentre sull’altro punto della questione il processo dovrebbe partire il 16 giugno. Molly Levinson, portavoce delle calciatrici statunitensi, ha annunciato il ricorso.


Continua a leggere