Coronavirus, dagli USA sono certi: “Durerà altri uno o due anni”

| 01/05/2020 20:30

Coronavirus USA | La pandemia Covid-19 non sì è ancora arrestata e potrebbe continuare ancora molto a lungo. Tutto il mondo sta iniziando ad imparare a convivere con il virus e pian piano si cercherà di tornare alla normalità, seguendo tutte le norme di sicurezza. Almeno fino alla scoperta del vaccino, servirà tenere in piedi tutti i consigli che arrivano quotidianamente dall’OMS e dai Governi che lavorano senza sosta per garantire il minor numero possibile di contagi.

Coronavirus: studi degli USA prevedono altri due anni di contagi

Ma stando a quanto riportano alcuni studi degli USA, il virus potrebbe essere debellato definitivamente a fine 2021. Stando ad uno studio del Center for Infectious Disease Research and Policy (Cidrap) dell’Università del Minnesota, la malattia non è e non sarà di semplice risoluzione. Il team di esperti spiega che la malattia continuerà a diffondersi fino a quando almeno il 60-70% della popolazione umana non sarà venuta a contattato con il coronavirus.

Le tre possibili fasi del COVID-19

Stando a quanto si legge su Il Giornale, dall’America sono arrivati studi che provano a stimare i tempi e le fasi del Coronavirus fino al completo superamento della malattia.

1 – L’ondata di contagi (che già stiamo vivendo) si verificherà con vari picchi anche nei mesi autunnali e invernali fino alla fine del 2021.

2 – Sarà simile all’influenza spagnola del 1918: ci sarà una forte ondata di contagi in autunno e inverno 2021 per poi completare il suo percorso.

3 – Il virus continuerà a diffondersi con una lenta combustione e in molti Paesi si ripristineranno le misure di lockdown.


Continua a leggere