Coronavirus, nuova app e scarcerazioni: ecco il nuovo decreto di Conte

| 30/04/2020 09:30

Sta per arrivare il nuovo decreto con il quale Giuseppe Conte appronterà una serie di modifiche alle misure prese per contrastare l’emergenza covid-19.

Covid-19, i limiti dell’app Immuni

A cominciare dalla nuova app, Immuni: si legge questa mattina sulle pagine del Mattino che, chiaramente, sarà innanzittutto volontaria. La scaricherà soltanto chi vorrà. Servirà a tenere informati gli utenti che dovessero rientrare nella cerchia di un contagiato dal coronavirus. Le limitazioni, stando all’articolo 6 del decreto prossimo ad essere varato, saranno molte, per tutelare la privacy. La geolocalizzazione sarà esclusa, i dati saranno resi anonimi o, dove impossibile, saranno trattati con uno pseudonimo.

conte coronavirus italia

Sarà disposta anche la cancellazione dei dati raccolti, anche se il limite massimo per il momento, è fissato al 31 dicembre 2020 e possibilmente entro la fine del trattamento. Altro limite chiaro: i dati non potranno essere utilizzati per fini diversi da quelli del freno dell’emergenza covid-19. Ultima specifica: chi non la scaricherà non dovrà essere pregiudicato nell’esercizio dei suoi diritti in alcun modo.

Da Conte lo stop alle scarcerazioni

Ha fatto discutere la voce di scarcerazione dei boss in regime carcerario di 41 bis. Già ieri in serata il ministro Bonafede ha corretto il tiro. Nel testo anticipato dal Mattino, si legge che ogni discorso è posticipato: “la data ultima per il rinvio delle udienze dei procedimenti civili e penali pendenti, e lo stop al decorso dei termini «per il compimento di qualsiasi atto» (previsti dal Cura Italia), sarà il 12 maggio“.


Continua a leggere