Coronavirus, anche gli smartphone sono fonte di contagio: “Vanno puliti e disinfettati”

| 19/04/2020 00:15

Coronavirus smartphone | Sin dalle prime ore di espansione del Coronavirus, sono state fatte varie ipotesi sulle possibilità di contagio. Oltre che il “semplice” contatto con le persone positive, un’università tedesca, la University Medicine Greifswald aveva revisionato le pubblicazioni relative alla persistenza dei coronavirus umani e animali su superfici inanimate.

Coronavirus

Coronavirus, Azzolini: “Ecco come si trasmette il virus”

Tra le superfici inanimate che mantengono in vita il virus ci sono anche i nostri compagni quotidiani che usiamo più di tutti: gli smartphone. Elena Azzolini, medico dell’Irccs Humanitas di Milano, ha parlato proprio di questo aspetto.

“Il virus può entrare nel nostro organismo solo mediante un contatto diretto con le mucose del naso, della bocca o degli occhi. Cuffie, auricolari e microfoni, per quanto vengano spesso utilizzati, non sono fonte di contagio. Il possibile rischio deriva dalla contaminazione delle mani che poi vengono a contatto con le mucose”.

Leggi anche – Coronavirus, Cellino positivo: “Contagiato da mia figlia”

coronavirus

Coronavirus, gli smartphone sono contagiosi?

Elena Azzolini, ha poi continuato:”E’ comunque possibile, anche se molto improbabile, che il contagio avvenga attraverso lo smartphone. Per esempio se un individuo infetto starnutisse o tossisse sul nostro telefono e poi ci toccassimo con le mani contaminate bocca, naso o occhi. Pulire il proprio smartphone è comunque una buona abitudine, anche al di fuori dell’emergenza attuale, proprio in quanto strumento utilizzato con altissima frequenza”.


Continua a leggere