Coronavirus, blitz della Guardia di Finanza al Trivulzio: 300 i morti, accusa di epidemia colposa

| 14/04/2020 12:30

Coronavirus Italia, blitz della Guardia di Finanza al Trivulzio

Coronavirus Italia Guardia Finanza Trivulzio 300 morti Pio Albergo Istituto Don Gnocchi | Perquisizioni della Guardia di Finanza di Milano al Pio Albergo Trivulzio. Indagini in merito all’inchiesta aperta per omicidio colposo ed epidemia colposa. Resta alta l’emergenza Coronavirus in Italia e regna il caos nel Nord del paese, la zona più colpita dello stivale. Intanto, il direttore generale dell’istituto Don Gnocchi, risultato indagato. Si tratta di Giuseppe Calicchio, l’accusa è epidemia colposa e omicidio colposo. A denunciare l’accaduto pare siano stati alcuni operatori sanitari per la mancata messa a disposizione delle norme di sicurezza imposte dalla Protezione Civile e dal Governo italiano. Purtroppo, a perdere la vita, tra Pio Albergo Trivulzio e l’istituto Don Gnocchi di Milano, sono state 300 persone e ospiti delle strutture.

vaccino coronavirus

Coronavirus, blitz della Guardia di Finanza: 300 i morti tra il Pio Albergo e l’istituto Don Gnocchi

Il Trivulzio conta il maggior numero di decessi fra le residenze sanitarie. Carabinieri, investigatori, Guardia di Finanza e tutte le forze disponibili sono già a lavoro per trovare risposte. Il colpevole è accusato di epidemia colposa e omicidio colposo. Assenza di tamponi e di mascherine, con la denuncia del personale sanitario. Nelle indagini si cerca di capire anche se ci siano state omissioni nei referti e nelle cure fornite.

coronavirus multa


Continua a leggere