Coronavirus, Boris Johnson dimesso: “Ma non torna a lavoro”

| 12/04/2020 19:01

Il Primo Ministro della Gran Bretagna, Boris Johnson, ha annunciato che è stato dimesso dall’ospedale. Per ora resterà convalescente e non tornerà subito a lavoro

Boris Johnson dimesso dall’ospedale Saint Thomas

Johnson è stato ricoverato una settimana fa al Saint Thomas per una crisi respiratoria avuta a causa del Covid-19. E’ stato dichiarato positivo più di 10 giorni fa, ma la febbre non era scesa. Ora lo stato di salute è migliorato, ma come ha annunciato il suo portavoce: “Lo staff medico ha consigliato al Primo Ministro di non tornare subito a lavoro“. Dunque, resterà in convalescenza nella residenza in campagna dei capi di governo britannici, a Chequers, a nord di Londra. Boris Johnson, dopo esser stato dimesso, ha ringraziato i medici e gli infermieri sul suo profilo twitter: “Sono stati accanto a me per 48 ore quando non si sapeva come sarebbe andata a finire“.

boris johnson dimesso

Coronavirus, giornata nera in Gran Bretagna: superati i 10 mila morti

Nello stesso giorno delle dimissioni del primo cittadino inglese, il Regno Unito ha superato la soglia dei 10.000 decessi. Nelle ultime 24 ore, secondo il Guardian, ci sono state 737 vittime che hanno portato a 10.612 morti. Sono 82.279 i britannici risultati positivi al coronavirus dall’inizio dell’epidemia.

boris johnson

Il messaggio di Boris Johnson, oltre a voler ringraziare chi gli ha salvato la vita, è diretto a tutti i cittadini: “Insieme vinceremo questa sfida, come abbiamo vinto altre sfide nel passato”.

 


Continua a leggere