Coronavirus, l’Espanyol decurta il 30% degli stipendi a calciatori e staff

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Coronavirus, l’Espanyol decurta gli stipendi | Il COVID-19 ha messo in ginocchio l’intero mondo del calcio che non sa quando riaprire i battenti e i club stanno vivendo, e vivranno, momenti di particolare difficoltà. L’Espanyol, club di Barcellona, ha deciso di decurtare lo stipendio di staff e calciatori.

espanyol

Espanyol, decurtato lo stipendio dei calciatori

Per affrontare l’emergenza Coronavirus l’Espanyol ha deciso di correre ai ripari.

“Il salario dei dipendenti (giocatori, membri dello staff tecnico e medico, preparatori fisici, ndr) delle prime squadre maschili e femminili, nonchè di quelli della squadra di riserva dell’Espanyol e delle categorie giovanili più alte saranno del 70%”.

espanyol

Notizie Coronavirus, l’Espanyol corre ai ripari

L’Espanyol presenta la formazione di un piano di disoccupazione parziale tagliando gli stipendi dei giocatori e dei membri dello staff del 30% per attenuare le perdite economiche derivanti dalla pandemia Covid-19. Il club di Barcellona ha anche messo le proprie strutture a disposizione del governo durante l’emergenza sanitaria.

In Italia anche la Juventus sta pensando di decurtare gli stipendi ai propri calciatori e di trovare le soluzioni adatte per salvaguardare l’economia del club. La società di Andrea Agnelli ha trovato in Giorgio Chiellini il tramite con la squadra per trovare la soluzione che non scontenti nessuno. Nei prossimi giorni anche le altre di Serie A potrebbero accodarsi ai bianconeri e decidere per il futuro dei propri tesserati.