Serie A, si va verso il campionato concluso: niente scudetto e retrocessioni, si riparte a 22 squadre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

Coronavirus, la Serie A non riparte: spunta la nuova ipotesi

Coronavirus Italia Serie A campionato 22 squadre | Nella giornata di ieri, in video conferenza, si è tenuta l’Assemblea di Lega tra i club di Serie A e le istituzioni italiane del mondo del calcio. Spaccatura netta tra i club di Serie A. Come riporta La Gazzetta dello Sport, continuano le polemiche per quanto riguarda la conclusione della stagione 2019/20. C’è chi spinge per giocare e chi ha già capito che si può considerare terminato il campionato e pensare già al prossimo, considerando che c’è da comunicare quali saranno i club ad andare in Champions, Europa League, retrocedere ed essere promossi, sempre se tutto questo accadrà. Infatti, per il campionato 2020/21 si pensa ad un nuovo e incredibile scenario.

Squalificati Serie A

Ultime Serie A, si va verso il campionato concluso: niente scudetto e retrocessioni, si riparte a 22 squadre

Prende sempre più piede la peggiore delle ipotesi, ovvero quella di un annullamento della stagione o per meglio dire lo stop al campionato con l’attuale classifica. Non saranno però prese in considerazioni retrocessioni e non ci sarà una vincitrice dello scudetto. La speranza però ancora c’è dopo il Consiglio di Lega di ieri: allenamenti in ripresa a fine aprile e campionato che ripartirebbe tra il 9 o il 16 maggio. Per la UEFA, invece, ripartire con un ritardo simile comporterebbe troppi disagi e andrebbe a condizionare in modo pesante la prossima stagione. Intanto, per La Gazzetta dello Sport l’ipotesi più concreta è quella di ripartire il prossimo anno a 22 squadre, niente scudetto e retrocessioni, ma soltanto l’aggiunta alla stagione 2020/21 di Benevento e Crotone, che attualmente sono ai primi due posti della Serie B.