Roma, Fienga: “Coronavirus problema sociale. Taglio stipendi? Iniziamo dai dirigenti”

| 23/03/2020 11:00

Roma, le parole di Fienga | L’emergenza Coronavirus costringerà i club italiani, e non solo, ad adottare misure particolari nei confronti dei propri tesserati. A partire dagli allenamenti personalizzati nelle proprie case fino al taglio degli stipendi, tutto è già cambiato e cambierà nel mondo del calcio. Il CEO della Roma, Guido Fienga, ha parlato di questo aspetto in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

roma

Roma, Fienga sul Coronavirus

Il CEO della Roma ha le idee chiare su come combattere il Coronavirus e bloccare il contagio.

“Il Coronaviurus ha fatto registrare danni economici ma anche danni sociali. Mi riferisco agli egoisti e ai furbi che hanno fatto di tutto per trarre dei vantaggi nei confronti di chi era più debole all’inizio dell’espansione del virus”.

Ripresa Serie A?Prima di ripartire dovranno essere fatti controlli su tutti i calciatori. Ovviamente ogni data è subordinata all’emrgenza, non possiamo dire quando torneremo in campo. Sarà comunque utile avanzare a step per programmare a capire quanto serve per essere pronti“.

Fienga: “Taglio stipendi utile per tutti, anche per i manager”

Il dirigente giallorosso, poi, è passato a discutere sulla riduzione degli stipendi e del passaggio della Roma da Pallotta a Friedkin.

“Parlare di stipendi è riduttivo. Si potrebbe partire anche dalla riduzione di quelli dei top manager. Ci sono tante ipotesi, è probabile che si debba ripartire da un livello inferiore per tutti. Calciatori hanno chiesto di andar via? No, nessuno ci ha posto questo quesito. Nessun calciatore è risultato positivo, per fortuna, e anche i loro familiari sono sani”.

Passaggio a Friedkin?Pallotta ci sta supportando in ogni modo per garantire la serenità di tutto il gruppo Roma, non finirò mai di ringraziarlo“.

Siviglia-Roma?Avevamo già deciso di non giocare. Non saremmo mai andati, anche se fossimo stati obbligati a farlo attraverso un cordone sanitario“.


Continua a leggere