Coronavirus, la Juventus Under 23 sospende tutte le attività

| 29/02/2020 19:29

La Juventus Under 23 si ferma: ad annunciarlo è stato un comunicato del club oggi pomeriggio. La ragione è stato il primo caso di calciatore professionista in Italia colpito dal virus, militante nella Pianese.

Ultime Juvents, si ferma l’Under 23 a causa del Coronavirus

Dopo la notizia di un calciatore della Pianese risultato positivo al Coronavirus, la Juve era già corsa ai ripari con una serie di misure di precauzione e in ogni caso bloccando i contatti tra prima e seconda squadra. L’evolversi degli eventi tuttavia non è stato in positivo, e quindi, attuando anche i pareri di delle autorità sanitarie di Alessandria, sono state sospese tutte le attività della seconda squadra bianconera. Non solo i match quindi, stop anche agli allenamenti per la Juve Under 23. La ragione sono i nuovi casi di contagio al COVID-19, venuti fuori in queste ultime ore fra i calciatori della U.S. Pianese, che i bianconeri hanno incontrato in campionato lo scorso 23 febbraio al Moccagatta. “Si specifica che“, chiarisce il comunicato della Juventus, “a sei giorni dalla partita, i giocatori bianconeri permangono asintomatici e sono sotto controllo medico“. Il contatto con

Coronavirus, quale strategia adottare nel mondo del calcio?

La confusione, purtroppo, regna sovrana. Juve-Inter non può disputarsi, Juve-Milan a porte aperte, ma soltanto per piemontesi. Il tutto mentre in Europa Laegue invece si gioca, ma a porte chiuse. Purtroppo non è chiaramente presente una strategia unitaria di lotta all’emergenza, né tra i confini nazionali né internazionali, per cui ogni scelta correrà ancora il rischio di strumentalizzazioni.

juventus-milan porte chiuse


Continua a leggere