Sampdoria, Ranieri: “Con l’Inter per vincere, Lukaku e Lautaro si fermano con le catene”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Ultime Sampdoria, Ranieri in conferenza stampa

Inter-Sampdoria, Ranieri in conferenza | Dopo la pesante sconfitta interna con la Fiorentina, la Samp è pronta a reagire in un match proibitivo con l’Inter di Conte. Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, ha presentato la partita contro la squadra nerazzurra in conferenza stampa.

Sampdoria-Parma Ranieri

Inter-Sampdoria, le parole di Ranieri in conferenza

“La squadra reagisce ogni volta che arriva un periodo negativo. Con la Fiorentina è stata una partita nata male ma la dobbiamo archiviare e pensare alla prossima con l’Inter. Sarà una partita tosta ma anche molto bella. Stiamo vivendo un’annata di alti e bassi,succede, ma non è un problema di mentalità. Serve equilibrio.

Con l’Inter servirà una Samp perfetta, con tanta voglia di fare, bisogna essere compatti e saper attaccare al momento giusto. Dobbiamo stare uniti e aiutarci a vicenda. Eriksen è un grandissimo giocatore. Se pensiamo che lui sia un problema allora chiudiamo col calcio.

A San Siro ci sta perdere, ma bisogna lottare fino alla fine. Servirà cinismo in attacco. Lukaku e Lautaro si fermano solo con le catene (ride ndr). Dobbiamo sporcare più palloni possibili per loro. Yoshida può giocare dal primo minuto. Tonelli si è allenato oggi per la prima volta. Potrei anche giocare a tre dietro e mettermi a specchio.

Audero ha commesso qualche errore, ma capita. E’ un ragazzo giovane ha vissuto momenti d’oro ad inizio carriera. Deve sentirsi amato, coccolato e sarà lui a tirarci fuori dalle sabbie mobili. In questo momento siamo nelle sabbie mobili, io non mi sono mai sentito fuori. Lotteremo”.