Notizie Milan, Mirabelli: “Le voci sull’esonero di Pioli sono destabilizzanti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30

Massimo Mirabelli torna a far parlare di sé: l’ex dirigente rossonero si è soffermato sulle attuali vicende di casa Milan, dalla situazione Pioli fino all’acquisto di Ibrahimovic.

Ultime Milan, Mirabelli sull’esonero di Pioli

Tra passato, presente e futuro. Il dirigente calabrese ha parlato a calciotoday toccando diversi argomenti, tra cui il futuro di Pioli: “Una nuova rivoluzione sarebbe sbagliata, le stesse voci sull’arrivo di Rangnick sono destabilizzanti per l’ambiente e la squadra, l’allenatore attuale così non lavora tranquillamente“. A proposito di allenatori, Mirabelli si coccola Gattuso: “Lo abbiamo lanciato come allenatore“. E a proposito di medaglie, il dirigente si appunta sul petto anche quella della permanenza di Donnarumma fino a questo momento (e per nulla scontata a partire dalla prossima stagione): “Abbiamo rinnovato il contratto di Gigio e con un manager come Raiola non è facile, di questo ne ha beneficiato l’attuale società. Chissà se adesso verrà prolungato il rapporto contrattuale con il portiere…”.

Ultimissime Milan, la visione di Mirabelli

Smentisce, chiaramente, che i problemi finanziari di oggi siano dovuti alla sua gestione: “Quando c’ero io si sapeva chi comandava, non c’era confusione e i risultati si sono visti, il rimpianto è non aver avuto tempo. Maldini? Chi ha giocato a grandi livelli non è detto che possa fare il dirigente. Paolo è alle prime armi, ha bisogno di tempo. Ibrahimovic? Io non lo avrei comprato, non puoi fondare una squadra su un 38enne”.

MILAN, ITALY – JANUARY 28: Zlatan Ibrahimovic of AC Milan celebrates his goal during the Coppa Italia Quarter Final match between AC Milan and Torino at San Siro on January 28, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)