Calciomercato Juve, Raiola fa un passo indietro: “Pronti a trattare il rinnovo di Pogba con il Manchester”

| 19/02/2020 14:30

Notizie Juventus, Raiola su Pogba e il futuro di mercato

Ultime Juventus | Settimana incredibile per Paul Pogba. Il suo noto agente Mino Raiola con le sue dichiarazioni e i continui botta e risposta con l’allenatore del Manchestr United ha scatenato sui social l’ira e la felicità dei tifosi di Manchester e Juve. Tutto è iniziato con queste parole di Raiola:

“Come per Ibra anche per Pogba l’Italia è una seconda casa e non gli dispiacerebbe tornare alla Juve, ma ne riparleremo dopo l’Europeo. Lui vuole competere ai massimi livelli, ma non certo può scappare adesso se le cose non vanno bene”.

Immediata la risposta dell’allenatore del Manchester United Ole Gunnar Solskjaer:

“Con Mino non ho mai parlato, questo è certo. E no, non ho riferito a Paul cosa avrebbe dovuto dire il suo agente. Il cartellino di Pogba ad oggi è di proprietà del Manchester United e non a Raiola”.

La replica di Raiola arriva sui social poco dopo:

Paul non è mio e di sicuro non è proprietà di Solskjaer, Paul è di Paul Pogba. Non si può possedere un essere umano già da molto tempo, sia nel Regno Unito che altrove. Spero che Solskjaer non voglia suggerire che Paul sia prigioniero… Prima che commenti quello che dico, dovrebbe informarsi meglio su ciò che è stato detto. Sono un cittadino libero, posso pensare ed esprimere le proprie idee. Fino ad ora forse sono stato molto gentile con lui. Dovrebbe solo ricordare le cose che ha detto in estate a Paul. Penso che Solskjaer possa essere frustrato per diversi motivi e ora stia facendo confusione sui suoi problemi. Penso che Solskjaer abbia altre cose di cui preoccuparsi. Almeno, se fossi in lui lo farei”.

Calciomercato Juventus Pogba

Calciomercato Juve, le parole di Raiola su Pogba

Oggi, invece, è tornato a parlare Raiola, facendo anche un passo indietro rispetto a l’ultima settimana:

“Non ho problemi con lui e siamo aperti a trattare il rinnovo con i Red Devils. Non sapevo che il Man United avesse una partita, quindi non ho fatto apposta a twittare prima della gara. Probabilmente non è stato il miglior momento. Le mie parole sono state decontestualizzate e abusate. Se assumi un calciatore, non significa che tu lo possegga, che tu possa fare quello che vuoi con lui. Penso che Paul abbia sempre dimostrato grande dedizione al club e alla sua squadra. Ultimamente qualunque cosa succede intorno a Ole (Solskjaer, ndr) è sempre colpa mia. Del mancato arrivo per delle clausole non so nulla. Non ho niente contro Solskjaer al contrario. Sicuramente mi metterò in contatto con Ole. A lui auguro solo il meglio, perché augurare il meglio a lui è come augurare il meglio a Paul Pogba e a Jesse Lingard. Se vuole andare via dallo United? No. Per ora è allo United e ha un contratto. Le cose stanno così. Ma sì, c’è il calciomercato e ci sono cose che possono succedere durante il mercato. Non ci sono discorsi. Non ci stiamo concentrando su questo. Ma le persone non vogliono sentire questo, vogliono sentire qualcosa che non dico solo per creare confusione. Ribadisco, per ora è un giocatore del Man United che rispetta il suo contratto, le cose stanno così. Tutti sono preoccupati che Pogba se ne vada. Io non sono preoccupato che Pogba se ne vada. Forse ci sono colloqui tra me e il club per il rinnovo del contratto”.

calciomercato juventus pogba


Continua a leggere