Napoli, Ancelotti: “Bellissimo vivere a Napoli, ma volevano cambiarmi. L’addio è andato così”

| 11/02/2020 10:00

News Napoli, Ancelotti rompe il silenzio: “ADL mi disse ‘Ho deciso di cambiare’, gli ho risposto così”

News Napoli, Ancelotti | ‘Carlo fantastico e anche magnifico’, in Premier League e con la cravatta dei toffees è riuscito a trovare la sua dimensione. All’Everton sono aperti i sogni, è tornato ai suoi massimi livelli da quando si è seduto sulla panchina del club inglese. Non aveva ancora detto nulla sul Napoli e sulla sua esperienza negativa in azzurro, ma ha rotto il silenzio Carlo Ancelotti, snocciolando la sua posizione sull’esonero di ormai due mesi fa. Ha parlato della sua esperienza a Napoli e di come si è conclusa quest’ultima: “Vivere a Napoli è una delle cose più belle che possano capitare. Poi le cose finiscono, De Laurentiis mi disse: ‘Ho deciso di cambiare’. E gli risposi: ‘Allora mi cerco un’altra squadra’.” Queste le parole pubblicate dal Corriere della Sera, quotidiano a cui Ancelotti ha rilasciato un’interessante intervista.

Ultime Napoli, le parole di Ancelotti sulla rottura con gli azzurri

news napoli ancelotti

Ha parlato del suo passaggio immediato dal Napoli all’Everton e del suo ritorno in Premier League, Carlo Ancelotti. Ecco le sue parole sulla sua esperienza in Campania e sull’immediato arrivo ai toffees dopo l’esonero dagli azzurri: “Scelsi Napoli perché, dopo nove anni lontano dall’Italia, avevo voglia di tornarci e la società mi sembrava proprio una piazza interessante. Non è finita bene, ecco, ma è stata comunque una bella esperienza. Vivere a Napoli è una delle cose più belle che possano capitare. Poi ci sono i risultati, le difficoltà, sono cose che fanno parte di questo gioco e i rapporti vanno chiusi. L’esonero arriva il 12 dicembre, l’Everton aveva cambiato il tecnico da poco. Ecco, sono coincidenze. Non avevo voglia di star fermo, a che sarebbe servito? Non volevo farmi pagare senza lavorare. Allenare in Premier League è un qualcosa di troppo affascinante, l’Everton è un club ambizioso. La cosa che mi ha dato più fastidio? Quando mi dicono di usare la frusta. Che sono uno buono, uno troppo gentile e accomodante con i giocatori. Quel che mi chiedo è: ‘Ma se mi hai scelto per come alleno, conoscerai anche il mio modo di fare con i miei ragazzi?’ Non si può chiedere di cambiare il mio modo di allenare. E’ sbagliato, io sono fatto così, è così che sono arrivati i miei successi. Non è successo solo a Napoli, anche altrove. Forse solo al Milan non è successo, lì mi conoscevano bene”.

calciomercato napoli insigne everton ancelotti


Continua a leggere