Slavia Praga-Inter 1-3: gol Lukaku e doppio Lautaro per continuare a sperare

| 27/11/2019 23:02

Grazie alla vittoria in terra ceca, gli uomini di Conte possono ancora sperare nella qualificazione agli ottavi di Champions: servirà battere però il Barcellona.

La sintesi di Slavia Praga-Inter

Partita divertente a Praga: serve una vittoria per assicurarsi il passaggio nei gironi per gli uomini di Conte, che si affida a Borja Valero per sopperire alle numerose assenze a centrocampo. Sblocca la contesa Lautaro Martinez, che prima sfiora il gol con un diagonale mancino, e poi al minuto 19′ cambia il match. Grandissima azione di Lukaku, che si porta dietro due o tre difensori e riesce a mettere una bella palla al centro che l’argentino con una splendida girata mette sotto l’incrocio dei pali.

Al minuto 35 succede di tutto: scontro in area di rigore Olayinka e Skriniar, l’arbitro lascia continuare e poco dopo arriva la rete del 2-0 di Lukaku su errore di un difensore. L’arbitro però poco dopo va a rivedere al VAR l’episodio precedente: annullato il gol ai nerazzurri, rigore per lo Slavia. Dal dischetto va Soucek, che batte Handanovic per l’1-1.

Nella seconda frazione è sempre l’Inter a fara la partita: Borja Valero sale in cattedra a centrocampo, prima Biraghi e poi Godin hanno delle buone occasioni ma la più clamorosa capita sui piedi, anzi sulla testa di Lukaku, che colpisce la traversa da distanza ravvicinata. Al 73′ miracolodi Handanovic su Masopust: il portiere sloveno ha letteralmente salvato l’Inter rispondendo col piede destro alla conclusione mancina  Le speranze dell’Inter si riaccendono grazie al gol di Lukaku nel finale: l’attaccante approfitta di uno scivolone in marcatura, s’invola verso la porta e supera quasi la linea palla al piede. Da lì l’Inter dilaga, segnando anche il 3° con Lautaro

GLI HIGHLIGHTS VIDEO

risultato sintesi tabellino slavia inter

Il tabellino della sfida tra nerazzurri e sešívaní

Gol: 19′ e 88′ Lautaro (I), 35′ rig. Soucek (S), 80′ Lukaku (I)

SLAVIA PRAGA (4-2-3-1): Kolar; Coufal, Frydrych, Kudela, Boril; Husbauer (70′ Zeleny), Soucek; Masopust, Stanciu (58′ Traoré), Sevcik; Olayinka. All. Trpisovsky

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino (79′ Esposito), Borja Valero (76′ Gagliardini), Brozovic, Biraghi (76′ Lazaro); Lautaro, Lukaku. All. Conte

Ammoniti: Vecino (I), Lautaro (I), Kudela (S)

 

 


Continua a leggere