Rivoluzione nel calciomercato: come cambia con le nuove regole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Anche il calciomercato è un gioco (da miliardi di euro) e come tutti i giochi ha le sue regole: la FIFA sta pensando di modificarne qualcuna…

Nuove regole per il calciomercato: subito un freno per i prestiti

Le nuove regole del calciomercato sono improntate alla ricerca di un punto di equilibrio tra sviluppo e sostenibilità del sistema, tenendo presenti anche altri valori, in primis la tutela dei calciatori. A questo per esempio è volta lo norma, proposta dal FIFA Football Stakeholders Committee, il quale ha proposto di ridurre i prestiti internazionali, mirando quindi soprattutto alle grandi squadre. Dal 2020/2021 infatti, qualora le nuove proposte venissero approvate, sarà possibile massimo effettuare 8 operazioni di prestito (indifferentemente in entrata o in uscita) su scala internazionale di calciatori che abbiano dai 22 in su. Dal 2022/2023 poi dovranno diventare al massimo 6.

mendes con ronaldo e la madre: nuove regole calciomercato

Calcio mercato, stop alle commissioni monstre per gli agenti

Altro argomento molto dibattuto è quello delle commissioni agli agenti, che in qualche caso superano i 10 milioni di euro per un solo affare. Un fenomeno cui la cifre vuole porre un freno, imponendo una serie di tetti per gli agenti all’interno delle transazioni: tutti i procuratori avranno diritto al 10% della somma incassata dalla società rappresentata che cederà un giocatore, al 3% dell’ingaggio dei propri assistiti e al 3% dalla società rappresentata che concluderà un acquisto e potranno rappresentare soltanto una delle tre parti di volta in volta. In Italia oggi il regolamento che prevede la soglia del 3% ha un puro valore di indirizzo, non prevedendo alcuna sanzione in caso di violazione dei limiti e per questo inadatto a regolare il mercato. Ne sapremo di più il prossimo 24 ottobre: per allora i progetti di modifica saranno al vaglio del prossimo consiglio FIFA.