Le notizie in merito ai lavori allo stadio San Paolo, in ritardo rispetto alla tabella di marcia, hanno fatto il giro del mondo: anche Klopp scherza su Napoli

Ultime Napoli, Klopp sulla questione San Paolo

Un teatrino quello messo in piedi tra il Napoli, il Comune della città e la Regione Campania del quale non c’era nessuna esigenza. Eppure il botta e risposta a suon di foto e video dello stesso impianto, mostranti tuttavia condizioni diverse del San Paolo, ha avuto un’eco mediatica incredibile anche al di fuori dei confini nazionali. Il Liverpool, che al San Paolo dovrà giocarci martedì prossimo nel primo turno di Champions League, è ovviamente stato spettatore più che interessato e per bocca del suo allenatore, Jurgen Klopp, sono arrivate le parole a commento della vicenda: “Non ho il live streaming, ho visto diverse foto, ma non so quale sia la situazione, non so cosa dire. Mi fido dell’UEFA, speriamo che potremo avere una doccia ed un posto dove cambiarci e che tutto sia organizzato. Finché il campo c’è ed il resto va bene, allora potremo anche giocare. Per il momento possiamo solo andare là ed accettare la situazione giocando a calcio“.

Il tutto mentre una delegazione con a capo Aurelio De Laurentiis oggi faceva il giro dello stadio San Paolo rimesso completamente a nuovo con l’istallazione di vasche idromassaggio ed nuovo impianto di illuminazione: la domanda quindi sorge spontanea, perché tutta questa tragedia?