Calciomercato Lazio, rivoluzione in difesa: piace Di Lorenzo dell’Empoli

La Lazio, chiuso il girone d’andata, si ritrova in zona Champions, ma la strada verso la qualificazione è ancora lunga e come l’anno scorso sarà aperta fino alla fine. Oltre al risultato sportivo e ai profitti economici, arrivare tra le prime quattro cambierebbe le strategie del mercato estivo. In caso favorevole ci sarà una profonda rifondazione a livello di giocatori, soprattutto in difesa, dove Inzaghi ha individuato i maggiori difetti tecnici e strutturali. Come ogni uomo mercato anche il ds Tare si sta muovendo in questa sessione, anche se individuare e acquistare profili di qualità è sempre molto difficile a gennaio. Un esempio è quello di Di Lorenzo, terzino destro di spinta che piace molto alla Lazio ma è incedibile per l’Empoli dove quest’anno non ha saltato un minuto, a parte l’ultima giornata per squalifica.

A confermare l’interesse dei biancocelesti ha parlato il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi: “La Lazio ci chiede Di Lorenzo da quest’estate, ma abbiamo deciso che resterà con noi fino a giugno poi troveremo una sistemazione diversa”, queste le sue parole ai microfoni di Radio Radio. Il canale con l’Empoli rimane aperto e i contatti sono continui, ma per adesso le porte sono chiuse e si riparlerà a fine stagione (quando si alzerà anche il prezzo del cartellino). Di Lorenzo resta un nome molto caldo per il futuro della Lazio.

Da Zappacosta a Lainer, tutti gli altri profili per gennaio

chelsea

Per il presente invece c’è un altro terzino italiano che potrebbe ritornare in Serie A dopo la sua difficile avventura in Inghilterra. Si tratta di Davide Zappacosta, da due stagioni al Chelsea ma quest’anno titolare solo in Europa League perché in campionato ha giocato appena 18 minuti! Arrivato a Londra per 25 milioni, la società inglese vuole rientrare nell’investimento e al massimo lo libererà in prestito con obbligo di riscatto. Una formula che non piace alla Lazio perché chiuderebbe alla possibilità di rintracciare altri acquisti. Al contrario un prestito con diritto di riscatto, permetterebbe a Tare di valutare altri profili per la stagione 2019/20.

Ancora più difficile invece la pista che porta a Lainer del Salisburgo, esterno destro che piaceva anche al Napoli, ma dalla valutazione troppo alta che parte da una base di 15 milioni. In ogni caso la Lazio comincerà la sua rivoluzione dalla difesa e della corsie esterne, dove serviranno almeno due giocatori per reparto.

Al momento Basta, Bastos e Caceres sono fuori dal progetto e in partenza, Patric resta in dubbio e Lukaku è sempre sotto esame, come Durmisi che non gioca e soffre anche di problemi fisici. Un’emergenza da risolvere, in questo senso l’arrivo in Champions può favorire le operazioni. Questo è quanto riferito dal Corriere dello Sport.