Giancarlo Romairone, ds del Chievo Verona, ha sfogato su twitter la rabbia contro le voci di mercato

Calciomercato Chievo Verona | Per tutti quelli che danno i clivensi per spacciati o peggio, che vorrebbero approfittare della situazione precaria di classifica come gli avvoltoi fanno con una preda in difficoltà. Certo la cessione di Birsa non giova a chi pensa che il Chievo si stia rinforzando in questo mercato, ma il direttore sportivo del Chievo Verona Giancarlo Romairone, mette i puntini sulle “i”.

Ecco quanto scritto dal dirigente dei veneti e riportato dal profilo Twitter ufficiale del Chievo Verona: “Giù le mani dai nostri pezzi pregiati. Il Chievo Verona non è un supermercato e non siamo certo in liquidazione. Anzi, siamo più che mai concentrati sull’obiettivo salvezza”. 

Mercato Chievo, quali sviluppi?

Ma quali sono i profili più richiesti? Andiamo con ordine. Se infatti Sorrentino potrebbe restare alla fine in Veneto, visto che oggi l’ad dell’Empoli ha tolto la sua società dalla corsa al portiere, restano in piedi gli interessi verso Stepinski e soprattutto Kiyine. La SPAL è interessata all’attaccante, mentre sul centrocampista il Napoli è in trattative anche avanzate. Sembrerebbe infatti profilarsi un’operazione stile Inglese, col Napoli che chiude già tutto anche ufficialmente e poi lo lascia in prestito fino a fine stagione. Gli ultimi dettagli riguardano il prezzo del cartellino: balla infatti ancora un milione tra la richiesta di quattro milioni del Chievo e l’offerta del Napoli, ferma a tre per il momento.