Lazio, Lotito: “È ora di finirla con la violenza, serve un riordino delle norme. Mercato? Se ne occupa Tare”

| 07/01/2019 22:00

Lazio, Lotito: “È ora di finirla con la violenza, serve un riordino delle norme. Mercato? Se ne occupa Tare”

Claudio Lotito, presidente della Lazio, ha parlato ai microfoni di RMC Sport a margine della riunione tenutasi alla scuola superiore di polizia a Roma. Ecco le sue dichiarazioni: “Ognuno deve svolgere il proprio ruolo, le norme sportive si devono adeguare ma servono atteggiamenti sostanziali e non formali. Serve un riordino di tutte le norme, che sono datate, per riarmonizzarle e renderle compatibili con quelle civili e penali. Rivisitare la responsabilità oggettivo in base a determinati comportamenti credo sia necessario, non possiamo mettere a presidiare ogni spettatore da un poliziotto. Il singolo va colpito in modo certo e severo se disattende le regole. Il primo intervento che feci in Lega, nel 2004, era sul rendere gli stadi polifunzionali e fruibili 24 ore su 24”.

Sulla questione della violenza tra le tifoserie: “Se c’è l’impegno di tutti, dei tifosi, delle società e di tutti quelli che vogliono il bene del calcio, che è un bene del paese, viene valorizzato tutto. Lo sport, in particolar modo il calcio che è il gioco più semplice e diffuso al mondo, che coinvolge emotivamente milioni e milioni di persone, va valorizzato”.

Un bilancio sulla riunione: “Io ho fatto il mio intervento, hanno parlato i rappresentanti delle varie categorie. E’ stato detto che alcune partite a rischio devono essere fatti in orari diversi. E’ ora di finirla con questa comunicazione distorta, bisogna consentire ai tifosi di andare alla partita con la sciarpa della propria squadra, senza rischiare. I polacchi e gli inglesi vengono noi a scatenarsi perché glielo consentiamo, in Inghilterra vanno in galera e hanno chiuso, tolgono loro anche i diritti civili”.

Sul mercato della Lazio: “Se ne occupa Tare, la Lazio da come l’ho presa io ad oggi, vale a dire in lotta sempre per i primi posti. Da quando sono presidente io è la società che dopo le grandi ha vinto più di tutte, ha 200 milioni di proprietà immobiliari e 600 milioni di capitale giocatori”.

Calciomercato Lazio, c’è l’ok di Zappacosta

Inter Chelsea Zappacosta

Secondo quanto riferito da Il Messaggero, Davide Zappacosta avrebbe dato il proprio ok al passaggio alla Lazio. Il Chelsea invece, dal canto suo, avrebbe aperto al trasferimento in prestito con diritto di riscatto. Prima però di chiudere la trattativa, i biancocelesti vogliono piazzare BastaCaceres e Patric.

Davide Zappacosta lo aveva fortemente voluto Antonio Conte che il 31 agosto del 2017, sul gong, lo fa acquistare al Chelsea dal Torino per 25 milioni di euro. Sotto la guida dell’ex Juventus fa anche bene e termina la stagione con 35 presenze complessive e 2 gol, i tifosi londinesi lo soprannominano ‘Zappacoast-to-coast’.


Continua a leggere