Inter, Spalletti ha presentato la sfida con la Juventus in conferenza stampa 

Inter Spalletti Conferenza| Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro la Juventus.

Dove e come la sua squadra può mettere in difficoltà la Juventus? –Con la continuità, la pressione costante, rimanendo blocco squadra che toglie spazi, possiamo creare loro qualche problema. Loro sanno cambiare a partita in corso, mostrano qualità e fantasia, fanno la differenza come gruppo. Lo dice anche Allegri, in questo c’è tutta la sua gestione. Dobbiamo però tenere sotto controllo gli specchietti retrovisori. Come si ferma Ronaldo? Non c’è solo lui nella Juventus. C’è anche GG3, Chiellini che è un giocatore fenomenale. Basta vedere quanto ha determinato nei cinque minuti finali contro la SPAL. Lui è il reparto, lo fa da solo, ha una mentalità, una forza e una professionalità uniche. Diventa fondamentale il collettivo. Il collettivo ti salva perché quando dipendi dal singolo, quando questo manca, poi come si fa?”

Come stanno Nainggolan e Dalbert? – “Rimangono fuori, non ce la fanno a recuperare per domani. Hanno bisogno di tempo”

La Juve è diventata ancora più irraggiungibile? – “Tutti gli anni prova a inglobare calciatori che possano fare ancor di più la differenza. Tre anni fa a Roma, dopo quei sei mesi, vennero a prenderci Pjanic: il più forte con De Rossi nella costruzione. L’anno scorso, uno dei terzini più forti del campionato che è Cancelo, vennero a strapparcelo. Fecero lo stesso con Higuain e oggi hanno preso un campione di primissimo livello che è Cristiano. Un portatore sano di mentalità che non ha eguali. Noi abbiamo fatto il nostro percorso, siamo cresciuti, sappiamo che facciamo bene tutti possono soffrire”.