Roma-Inter, ancora Totti: “Fabbri stava dormendo, è stato vergognoso. Il VAR così non serve”

Roma Inter Totti Rigore Zaniolo| La partita di ieri sera tra Roma e Inter, oltre a gol e spettacolo, ha purtroppo regalato anche episodi molto dubbi che hanno fatto, e faranno, discutere. Su tutti il rigore negato a Nicolo Zaniolo, centrocampista giallorosso che nel primo tempo è stato falciato da Danilo D’ambrosio all’interno dell’aria di rigore. L’arbitro non ha fischiato nulla, né è stato sollecitato dal VAR ad andare a rivedere le azioni. Un eroe colossale che ha ovviamente compromesso la partita dei giallorossi che, un minuto dopo hanno anche preso il gol da Keita.

Di questo ieri sera ha parlato Francesco Totti. Lo sentiamo ai microfoni di Mediaset PremiumRoma Totti Tottilatria Treccani

“Ho incontrato Fabbri? No, anche perchè credo che stia dormendo ancora (ride, n.d.r). Io mi chiedo il Var a cosa serve se usato in questo modo. Come si fa a non vedere che quello su Zaniolo era rigore. Perchè nessuno ha chiamato l’arbitro e non gliel’hanno riferito, vorrei capire il motivo. Per saperlo bisognerebbe chiederlo a lui e sarei proprio curioso della sua risposta. Noi non stiamo cercando alibi, non siamo gli unici ad aver avuto episodi del genere contro. Cose di questo tipo ti cambiano i campionati, l’arbitraggio di stasera è stato a dir poco vergognoso.

Siamo passato in un minuto da un rigore netto negato a Zaniolo, con possibilità di passare in vantaggio, a un contropiede dove ci hanno segnato loro. Così si falsano i campionati, diventano episodi decisivi. Cambiare in questo modo una partita, specialmente nella situazione mentale in cui siamo noi è stato un male. Bisogna cercare di capire e risolvere al più presto gli errori, in questo modo il VAR non funziona e non serve”.