Napoli, Ancelotti: “Siamo delusi per il pareggio col Chievo, domani non è decisiva. Voglio vedere il nostro gioco”

| 27/11/2018 15:00

Napoli, Ancelotti presenta la sfida con la Stella Rossa in conferenza

Napoli Ancelotti Conferenza| Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro la Stella Rossa. Queste le sue dichiarazioni.

Lo spirito e l’atteggiamento dovranno essere i soliti. Abbiamo parlato del pareggio con Chievo, ora sappiamo cosa fare. Dobbiamo avere un buon approccio, sarà una partita importante ma non decisiva. Dipende come iniziamo a giocare, sarà fondamentale capire come scenderemo in campo con la testa. Critiche? Sono normali, fanno parte di questo lavoro, non cambia di una virgola quello che penso su questo gruppo, al di là delle difficoltà viste in quella partita. Domani dobbiamo fare attenzione perchè si tende a sottovalutare la Stella Rossa. Ha fatto bene in casa, ha battuto il Liverpool e può qualificarsi. Mi aspetto una squadra ordinata e ben organizzata che proverà a sfruttare il contropiede, rimane una compagine con un’identità chiara e ben precisa.

Non sarà una partita ad una sola porta, credo se la giocheranno. Noi non dobbiamo pensare alla sfida di Parigi ma alla nostra. Non sarà una partita decisiva, tutto si deciderà alla fine. Noi dobbiamo vincere e poi dopo potremmo fare qualche calcolo o considerazione, non siamo interessati a Psg Liverpool e non vogliamo esserlo. L’obiettivo è quello di passare il turno, è un girone equilibrato e la mia sensazione è che non sarà decisiva. Fin qui abbiamo fatto bene, ora dobbiamo mettere la ciliegina sulla torta. Il fatto che la gente venga allo stadio e ci sostenga è fondamentale per noi. Solo questa città riesce a darti una spinta del genere, ci proviamo domani a rifarci dopo quanto fatto col Chievo.

Situazione Bayern? Auguro a Kovac di fare il meglio possibile, per me non è stato facile, so cosa sta passando e spero lo possa superare. Noi domani dobbiamo impostare la partita come vogliamo noi, metterla sui nostri ritmi. L’andata è stato un passaggio a vuoto, domani non si ripeterà”.


Continua a leggere