Inter, Spalletti: “Vorrei ripartire dal Var, si stanno facendo passi notevoli. Ora ci si lamenta perché non interviene”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30

Inter, Spalletti: “Vorrei ripartire dal Var, si stanno facendo passi notevoli. Ora ci si lamenta perché non interviene”

Luciano Spalletti, tecnico dell’Inter, ha parlato margine dell’assemblea in Lega Calcio. Ecco le sue dichiarazioni: “È stato un incontro molto importante per una collaborazione futura, poi è chiaro che vengano presi degli episodi contrastanti tra di loro ma che hanno lo stesso sviluppo. Per cui motivano perché la decisione è stata presa in un modo o in un altro. Abbiamo parlato di fallo di mano, spinte in area, fuorigioco. Io vorrei ripartire dal Var, il dibattito è stato incentrato su come utilizzarlo. Si sono fatti passi in avanti notevoli, non è in discussione la presenza. Oramai la polemica è sul mancato utilizzo. Se parliamo di competizioni senza Var capiamo che manca qualcosa, una percezione di tutela per il corretto sviluppo delle situazioni. Se andiamo a vedere le partite in cui è stato utilizzato c’è poi una tranquillità nel prosieguo della partita, perché si ha la sensazione che non ci sia il dubbio di ciò che è avvenuto in precedenza. Prima ci si portava dietro problemi. Il Var è un mettere a disposizione del direttore di gara la tecnologia. Ci hanno detto che non va bene avere tanti voci vicino all’arbitro mentre parlano con la Var Room: si evince che ci saranno più gialli per chi protesta”.

varSugli arbitri: “Prima il limite degli arbitri era un tot di anni perché c’era il limite fisiologico che la presenza venisse meno con una certa età. Per questo nuovo meccanismo conta di più avere esperienza, aver vissuto determinati episodi”.

Sulla possibilità degli allenatori di richiedere il Var: “No, se mettiamo troppe cose sopra rischia di esserci un fardello di minutaggio che in realtà va contenuto”.

Se il Var crea polemica: “È il contrario di prima: prima si metteva in discussione la sua presenza, ora ci si lamenta perché non interviene”.