Inter, Ausilio punta sui parametri zero: da Martial a Vertonghen, passando per Hector Herrera

| 16/11/2018 11:00

Calciomercato Inter, via con i parametri zero: la situazione

Calciomercato| Inter| Parametri Zero| Martial| Vetonghen| Herrera| Il mercato di gennaio è alle porte, ma le squadre migliori pensano soprattutto a giugno e qualche colpo a parametro zero che potrebbe cambiargli tutto. Così è stato per l’Inter con i colpi De Vrij e Asamoah, specialmente il primo. I nerazzurri stanno osservando addirittura 5 possibili parametri zero che potrebbero giocare all’ombra di San Siro nella prossima stagione.

Il sogno è Anthony Martial del Manchester United, ma ovviamente sono molti i club interessati a lui. Autore di una stagione fenomenale col Manchester United fin qui, Martial va a scadenza a giugno ma c’è una clausola di rinnovo con lo United fino al 2020 che rende complicato qualsiasi pensiero concreto. 

Vertonghen ed Herrera sono fattibili: occhio agli ingaggi

Restando in premier ci sarebbe Jan Vertonghen. Il difensore belga invece è un’enorme occasione per la difesa, va a scadenza col Tottenham e l’Inter ha preso appunti, novità di questi giorni in attesa di definire la strategia sui centrali della stagione 2019/2020 visto che potrebbe salutare Miranda nonostante il rinnovo.

Ci trasferiamo in Portogallo, dove i nomi finiti sul taccuino di Ausilio sono addirittura 3: Il primo è quello di Hector Herrera,centrocampista del Porto extracomunitario che l’Inter è volata a vedere più volte anche da vicino, pedina di esperienza internazionale e con caratteristiche utili per la rosa nerazzurra; pure in questo caso c’è molta concorrenza ma Ausilio è in corsa.

Sulla lista anche Brahimi e Salvio: Ausilio non è convinto

Dal Portogallo sono stati proposti poi altri due giocatori su cui l’Inter non si è però scaldata. Yacine Brahimi è un esterno che va per i 29 anni e pretende cifre importanti, il Porto ad ora non ha accordi per il suo rinnovo e l’algerino si è offerto; Ausilio non ha fatto passi avanti, così come per Eduardo Salvio del Benfica, ala classe ’90 argentino purosangue, mai davvero determinante in carriera, nome su cui l’Inter non ha mosso passi concreti nonostante il suo agente nel blitz in Italia abbia avanzato la candidatura di Salvio alla dirigenza nerazzurra.


Continua a leggere