Chelsea, Morata: “Ero finito in depressione, volevo mollare. Sono uscito da un buco nero”

| 15/11/2018 00:00

Chelsea, Morata confessa: “Avevo pensato di mollare, ero finito in depressione”Calciomercato Napoli Alvaro Morata Chelsea

Morata| Chelsea| Addio| Psicologo| Cessione| Alvaro Morata, attaccante del Chelsea e della Spagna, parla ad ABC del momento buio attraversato la scorsa stagione, la prima a Londra.

“Ero fuori da dove dovevo essere. Ce l’avevo con tutti. Arbitri, rivali, tifosi. Non ero equilibrato, me ne sono reso conto e ho chiesto aiuto. Non è facile, non ci vuole una settimana o due per riprenderti. Quando un calciatore sente la parola ‘psicologo’ si tira indietro ma io mi sono reso conto che avevo bisogno di aiuto. In estate mi sono detto che sarebbe stato meglio andare una squadra con minori pressioni, dove potevo essere di nuovo felice.

Da un giorno all’altro mi sono trovato in un buco nero, sembrava che la mia stessa gente non mi amasse. Per strada mi dicevano di lasciare il Chelsea. Siamo persone. In quel momento ho toccato il fondo, non capivo cosa accadeva. Però adesso sono tornato a sorridere, è tutta questione ti testa, è lei che comanda il corpo”.

Sull’addio al Real Madrid: “Ero andato via da Madrid per giocare il Mondiale e non l’ho comunque giocato. Non credo che tornerò a toccare il fondo così, di nuovo. Il passato è il passato, nel futuro sarà più forte di fronte alle avversità”.


Continua a leggere