Bercellona: Dembelè ha il mal di pancia, è l’occasione del mercato

Bercellona: Demebelè ha il mal di pancia. Come riportato da Tuttosport , l’ingaggio di Ousmane Dembélé non è nato sotto una buona stella. Quando la direzione sportiva del Barcellona decise di strapparlo al Dortmund, a pesare di più furono non tanto le buone recensioni ricevute sul suo conto, molti non erano convinti.

Calciomercato, giocatori più pagati della storia dembelé
Dembelé, dal Borussia Dormtund al Barcellona per 105 milioni

Dopo l’addio di Neymar, in  preda al panico, Bartomeu, che fino a un paio di settimane prima avevano assicurato che Neymar sarebbe rimasto «200%», decise di investire una cifra monstre sul talentuoso esterno francese. E già, perché tra fisso (115) e variabile (35), la società tedesca riuscì a ottenere la più alta plusvalenza mai registrata decuplicando, in un solo anno, il valore del calciatore prelevato, appena un anno prima, dal Rennes per appena 15 milioni.

L’atteggiamento del francese

Ed è per questa ragione che ogni volta che Dembélé arriva tardi a un allenamento si scatena il putiferio.

Come riportato da Tuttosport,  la pazienza dello staff tecnico blaugrana si sta esaurendo e i suoi ritardi, oramai soliti, sono vissuti come una mancanza di rispetto verso il gruppo. L’ultimo episodio, in questo senso, risale a giovedì scorso, quando Dembélé non si è fatto vivo alla Ciutat Esportiva Joan Gamper e non si è nemmeno preso la briga di avvisare.  L’ingaggio è pesantissimo (sfiora i 9 milioni a stagione) ma potrbbe essere un’occasione anche per le italiane.